Sette posti, ovviamente ibridi. Parlando di Lexus la propulsione “mista” è un sine qua non e anche la nuova RX L è dunque Hybrid. La particolarità del modello non sta dunque sotto al cofano ma nell'abitacolo, capace di accogliere sette passeggeri, una novità assoluta in Europa per il marchio asiatico. 

Anche perché la L che segue il nome indica un “long” e non solo l'aggiunta del classico divanetto a scomparsa nel bagagliaio. I sette posti sono veri, grazie all'aggiunta di 11 cm in lunghezza, raggiungendo quota 5 metri

Restando fedele ai principi dell’omotenashi (ospitalità giapponese), garantendo alle due sedute supplementari la massima comodità e accessibilità attraverso un corpo vettura dedicato. Lo spazio per la testa sui sedili posteriori è stato massimizzato sfruttando la forma maggiormente inclinata del portellone. Inoltre la seconda fila di sedili è collocata in posizione leggermente più alta rispetto alla terza per garantire uno spazio ottimale per i piedi dei passeggeri. 

Tra i dettagli che impreziosiscono RX L Hybrid figurano la tappezzeria in pelle anche per le due sedute aggiuntive, così come i due portabicchieri e il controllo del clima a tripla zona che consente la gestione separata della temperatura e della ventilazione.

La maggiore lunghezza della vettura può inoltre dare accesso a uno spazio di carico più grande: la terza fila di sedili può essere abbattuta elettronicamente, che consente la creazione di un pianale di carico completamente piatto premendo un pulsante, collocato sia sulla seconda fila di sedili che nel bagagliaio.

In Italia Lexus RX L Hybrid 7 posti è già ordinabile e sarà presente in concessionaria per la metà di giugno. Sarà disponibile in due allestimenti al prezzo di €74.150 per la versione Executive e €81.150 per la versione Luxury, entrambe equipaggiate col  propulsore benzina 3.5 V6 abbinato ad un’unità elettrica sviluppa, per una potenza totale pari a 313 cavalli.