Oltre la storica Octavia, modello simbolo quando la mente corre alle Skoda RS. Accanto alla berlina e wagon, il marchio è impegnato nello sviluppo di una Skoda Kodiaq RS. Dai “può darsi” si passa all'inconfutabile verità dei muletti impegnati al Nurburgring, con tanto di targa Kodiaq RS a favore d'obiettivo.

Il suv di segmento D farà il pieno di cavalli ma, diversamente da quanto potrebbe darsi per scontato, non sarà il motore 2 litri turbo benzina ad assicurare prestazioni vivaci. L'idea che sia un 2.0 biturbo Diesel è tutt'altro che remota, peraltro offrirebbe adeguati 240 cavalli e 500 Nm di coppia, a un passo dai 245 di Octavia RS. Basterebbero per avvicinare i 7" sullo scatto in accelerazione, da zero a cento orari, ad esempio.

Lo schema integrale e la tramissione DSG 7 marce appaiono solidi capisaldi quale che sia la motorizzazione, che fonti accreditate confermano essere a gasolio. Interventi di adeguamento della dinamica di marcia alle prestazioni superiori passano da un assetto modificato nella taratura di molle e ammortizzatori, altezza da terra ridotta, un sistema di controllo dinamico del telaio di serie, impianto frenante maggiorato e, ovviamente, una personalizzazione estetica in grado di distinguere Kodiaq RS da altri allestimenti pure sportiveggianti nel look, qual è Sportline.

L'esordio del suv medio Skoda nella proposta RS potrebbe coincidere già con il Salone di Parigi in ottobre