Tra Super e Veloce è territorio di caccia per Alfa Romeo Giulia Sport Edition. Altra edizione limitata, dopo il lancio della specializzazione Tech tocca alla personalizzazione che sottolinea maggiormente i tratti innati nella berlina del Biscione. Cresce l’offerta e, in soldoni, il salto di prezzo rispetto alla Super è di 2.600 euro.

Benzina o Diesel non fa differenza, perlomeno non sul listino, individuato in 47.000 euro. I cavalli del 2 litri Turbo da 200 cavalli, la coppia motrice ancor più vigorosa del Diesel da 180 cavalli, entrambi sono accoppiati alla trasmissione automatica 8 rapporti, che scarica al posteriore 330 Nm sul benzina 2.0, 450 Nm sul Diesel 2.2.

Si ispira ad Alfa Giulia Veloce il design dei paraurti, uno dei particolari che differenziano la Sport Edition dalla Super, al posteriore spazio ai terminali di scarico cromati e un’applicazione che ricorda l’estrattore della Quadrifoglio. L’imborghesimento delle cromature sulla cornice dei finestrini lascia il posto a finiture in nero lucido, come all’interno è l’alluminio del Pack Sport Interior a svettare: inserti in plancia, sul tunnel, sui pannelli delle portiere, fino alle palette del cambio dietro il volante sportivo. La pedaliera? Ovviamente anch’essa in alluminio, avrebbe sorpreso fosse stato il contrario.

Alfa Stelvio Sport Edition, l'ultimo tornante prima della vetta

Detto dei fari bi-xenon di serie, del sedile posteriore frazionabile in tre parti, Alfa Romeo Giulia Sport Edition offre di serie l’infotainment Alfa Connect con radio e navigatore, schermo da 6,5 pollici e connettività Apple CarPlay nonché Android Auto. Contenuti anche questi da ritenere indispensabili visto il segmento di appartenenza. Al comfort di marcia contribuisce, in parte, anche lo specchietto retrovisore elettrocromico, tra stile e ripercussioni positive sulla dinamica di marcia, invece, i cerchi da 18 pollici e gommatura differenziata run-flat.

Mole 001, 4C si veste di Giulia