C'è un luogo da cerchiare in rosso sulla cartina: Barcellona. Potrebbe essere teatro della presentazione in anteprima di nuova Audi A1, là dov’è diretta, volendo dare significato al primo video teaser diffuso dalle parti di Ingolstadt a ridosso del debutto. Rivela le prime caratteristiche degli interni, certifica l’offerta dell’Audi Virtual Cockpit (non poteva essere diversamente, con le cugine Seat Ibiza e Volkswagen Polo sulla stessa linea) e dell’infotainment MMI touch, con schermo destinato a una diagonale di almeno 8 pollici nella specifica top di gamma.

L’impostazione della plancia sarà piuttosto diversa dalle altre due utilitarie sviluppate sul pianale MQB A0, gli stilemi del marchio sono chiari nel disegno della plancetta del clima automatico bi-zona e nel gradino (anche con finitura effetto carbonio) che separa schermo touch e comandi secondari posti davanti alla leva del cambio, tra i quali non mancherà il selettore delle modalità di guida audi drive select.

Da quanto di buono hanno già mandato in scena Ibiza e Polo, Audi A1 2019 dovrà compiere il cambio di ritmo e traghettare nel mondo premium per qualità percepita e materiali. Troveremo un progetto molto cresciuto nelle dimensioni se confrontato con l’attuale serie: quasi 10 centimetri di incremento in lunghezza, 9 sono attesi nel passo, ben 3 centimetri in più in larghezza. Crescita degli ingombri esterni che sarà anche del look, tra calandra single frame e fari ispirati ai modelli Audi di segmento superiore.

Sul fronte delle motorizzazioni è attesa un’ampia copertura di frazionamenti e cubature, dal TFSI 1.0 tre cilindri al 2 litri che andrà sotto il cofano di una S1 quattro, sportività attesa alla riconferma.