Di McLaren F1 LM-Specification ne sono state costruite solo due dal reparto Special Operation di Woking. Venti anni fa, con i numeri di telaio 018 e 073. Pezzi rarissimi di un modello già di suo più che speciale. Uniche, dotate del pacchetto LM, come altri sei modelli, del V12 da gara ma con interni “stradali”.

Delle due F1 LM-Specification una andrà all’asta, quella col telaio 073, da RM Sotheby’s, ma tramite la Private Sales. Che significa trattativa diretta per il prezzo, senza nessuna corsa al rialzo. E la cifra fissata sarà di circa quindici milioni di dollari, dato che lo stesso modello nel 2015 è stato venduto a Monterey con la identica formula per 13.750.000 dollari. Solo un’per una Aston Martin DBR1 tra le auto inglesi è stata più valutata, oltre il muro dei 22 milioni.

McLaren F1 LM-Specification è davvero una chicca. Le specifiche LM sono quelle che la rendono un’auto da corsa, ma il modello (anzi, i due) sono stati resi stradali grazie alla presenza di climatizzatore, navigatore, ma anche di interfono, per quando il canto del V12 da gara da 680 cavalli diventa impetuoso.

E’ dotata dell’Extra High Downforce Package, con un muso ottimizzato, prese d’aria modificate, alettone e ha percorso meno di 7.000 chilometri. Questa belva civilizzata è di colore arancione e porta la firma di Gordon Murray. Un bolide senza, tempo, che sembra uscito di fabbrica ora, non nel 1998.