Non può essere una rincorsa all’infinito, fatta esclusivamente di record di velocità da conquistare. Da Koenigsegg, nei 25 anni dalla fondazione, ci si aspetta altro. Arriverà nel 2019 la hypercar che prenderà il posto di Agera RS, uscita di scena lo scorso aprile con la realizzazione dell’ultimo dei 25 esemplari in programma. Presentazione annunciata al Salone di Ginevra, dove scopriremo forme e caratteristiche di quella che, al momento, è appena un bozzetto, presentato durante l’apertura di una nuova filiale in Australia, a Melbourne.

Linee che dicono relativamente poco del progetto, anticipato a clienti selezionati attraverso modelli di realtà virtuale. Si acquista così, il futuro. Andrà ad affiancare Koenigsegg Regera, la proposta ibrida secondo Christian Von Koenigsegg. Legato alla sostituta di Agera RS, invece, potrebbe esserci il debutto del sistema FreeValve, l’innovativa soluzione sviluppata dal marchio omonimo, di proprietà Koenigsegg, caratterizzata dalla distribuzione senza alcun albero a camme, rimpiazzati da attuatori elettro-pneumatici posti sulle valvole. Più potenza, coppia, minori consumi e maggiore efficienza dettata dall'eliminazione degli attriti relativi al funzionamento degli alberi a camme.

Agera RS batte Bugatti Chiron sullo 0-400-0 km/h

Diverrebbe la prima mondiale su un modello stradale. Chissà se in Koenigsegg si spingeranno a tanto. Il rimpiazzo della Agera RS dovrà superare l’asticella fissata dal V8 5 litri turbocompresso, i 1.160 cavalli di potenza – l’optional dei 1.360 cavalli riprende il Megawatt prodotto da Koenigsegg One:1 -, migliorare la massa di 1.395 kg e incrementare i valori di carico aerodinamico. Un compito da nulla...