Posto che una I.D. R è ovviamente fuori portata, come la Norma di un grandissimo Simone Faggioli, secondo nella Pikes Peak dei record, gli aficionados della montagna in Colorado, dei 20 chilometri della cronoscalata, potranno mettersi al volante di un’altra auto da record. Suv, Bentley Bentayga. Strettamente di serie. È la categoria nella quale Rhys Millen, alle cronache per essere plurivincitore della “Pikes” e detentore del record tra le auto elettriche - frantumato da Romain Dumas su Volkswagen - ha fermato il cronometro sul 10’49”9, due minuti più rapido del precedente primato tra i suv di serie.

Dieci esemplari di Bentayga Pikes Peak Edition verranno commercializzati a partire da agosto, negli USA e in Europa. Specifiche identiche al modello al via. Motore W12 6 litri twin-turbo da 600 cavalli e 900 Nm, quattro ruote motrici, sospensioni adattive, barre antirollio a controllo elettronico con attuatore a 48 volt, fino al pacchetto aerodinamico in fibra di carbonio. I freni, anch’essi in composito carboceramico.

Il bello dell’apparire è l’essenza della tinta Radium Satin lime green, verde shock che potrà trasformarsi nell’alternativa più sobria Beluga Black. L’impatto della “verdona” Bentayga, come dei cerchi da 22 pollici, bicolore, è unico.

Via tutte le cromature, sostituite da profili neri, a bordo è il mix di pelle Beluga e Alcantara ad accogliere. Come rendersi conto di essere su una Bentayga speciale? Mulliner applicherà la planimetria della cronoscalata sulla plancia in fibra di carbonio e il logo Pikes Peak sarà anche sui passaruota anteriori.