Un Cullinan da cartolina sbarca in concessionaria. Dovranno pazientare ancora un po’ i fortunati che hanno già piazzato l’ordine per mettere in garage il diamante più grande di Rolls Royce. Prime consegne entro fine anno, tutte c’è da giurare uniche. Perché l’avamposto del lusso più spinto è una base completamente da personalizzare. Ce n’è abbastanza già dal configuratore che utilizzereste per creare la vostra onesta auto di tutti i giorni.

Dettagli che richiedono tempo e idee chiare. Perché, esattamente come avviene per una supercar, dietro l’investimento di 300 mila euro per un suv Rolls Royce – cifra minima da considerare – va riposto qualcosa in più del semplice mezzo.

Un video postato su YouTube dall'utente Frank Automotive dà una prospettiva diversa di quel che voglia dire trovarsi di fronte al lusso estremo di Cullinan in 5 metri e 34 centimetri. Rivolgersi al programma Bespoke Rolls Royce è garanzia di poter ritagliare letteralmente a proprio piacimento ogni minimo dettaglio. È l’opzione qualora non vi accontentaste di poter scegliere colori e disegno dell’ombrello alloggiato nelle portiere posteriori, tappetini in lana di agnello, oppure, qualora non bastassero quattro diverse alternative di Spirit of Ecstasy sul cofano.

La statuetta in argento vi appare cheap? Ecco l’alternativa placcata in oro, oppure realizzazione in argento con anello luminoso alla base o, ancora, Spirit of Ecstasy trasparente e interamente illuminata. Sette diverse opzioni di cerchi in lega, sui quali personalizzare finanche il colore del coprimozzo. Scontata la presenza della singola o doppia Coachline, nemmeno il portellone motorizzato, in due parti, riesce a stupire.

Piuttosto, sappiate che le sedute sono personalizzabili nei colori in ogni loro componente: fianchi, schienali, sedute, inserti, cuciture, poggiatesta. Per proseguire con i montanti, i loghi in rilievo applicati sui rivestimenti dei pannelli delle porte. Colori e materiali replicabili sulla chiave multifunzione, un must.

Super-suv, dalla Range Rover all'invasione degli ultracorpi

In assenza di maggiordomo, c’è un attuatore che solleva dagli sforzi più elementari praticamente per ogni funzione. Dall’apertura dei tavolini Picnic installati dietro gli schienali anteriori alla loro chiusura, meccanismo esteso anche al Rear Theatre, configurazione di due tablet da 12 pollici per i passeggeri posteriori, per arrivare alla chiusura automatica delle (ampie e pesanti) portiere. Oltre le sedute climatizzate, Cullinan (leggi tutte le caratteristiche del suv) offre il poggiabraccio sul tunnel e quelli sulle portiere riscaldati.

Un corredo di dettagli, non ultimo il divisore in cristallo posto dietro i sedili posteriori, la finitura satinata del cofano motore e il piano di carico mobile, che possono portare il prezzo pericolosamente vicino ai 450 mila euro.