In Giappone ci credono, con l’auto elettrica “normale” ci si può anche divertire. Dal 31 luglio sarà disponibile, ma solo per il mercato interno, Nissan Leaf Nismo. Una versione “pepata”, la cui potenza non è stata svelata, ma che dispone modifiche al powertrain rispetto alle Leaf in veste borghese e non sportiva.

Dalla concept al modello di serie il salto è stato fatto. Grazie al lavoro dei tecnici di Nissan Motorsport (Nismo, appunto), che hanno contribuito a cambiare il carattere di Leaf.

Questo grazie a un settaggio dedicato che permette accelerazioni più secche, senza rivoluzionare però il pacchetto di serie. Potrebbe essere un primo passo nel “tuning elettricoufficiale. Più progressione per permettere a Nissan Leaf Nismo maggiore disinvoltura e più divertimento in città e sul misto: è chiaro che non sarà mai un’auto da corsa.

Il modello dispone di nuovi ammortizzatori, settaggio di ABS; freni, sterzo e controllo stabilità, cerchi da 18 pollici, che calzano Continental ContiSportContact 5. Pepati i paraurti dedicati con finiture rosse, le nuove minigonne e anche la calandra. Il rosso spicca anche nelle impunture all’interno, dove campeggiano i loghi Nismo assieme a un nuovo quadro strumenti e un pulsante “racing” di accensione.