Sei minuti e 45 secondi. Varrebbero il record assoluto al Nürburgring?, ma basta un filmato ufficiale dall'Inferno Verde per confermare che Lamborghini Aventador SVJ esiste. Una Super Veloce, ma così più estrema da meritare l'aggiunta della lettera J. Quello che successe con la Miura , la Jota.

Ci si aspettava quello che le prime immagini confermano. Ovvero una profonda revisione dell’aerodinamica, a partire dall'avantreno più sigillato al suolo mediante paraurti e splitter inediti, e poi un sistema di raffreddamento con prese d'aria maggiorate e infine l'esaltazione dell' Aerodinamica Lamborghini Attiva, con un’ala posteriore destinata a riprendere i concetti espressi su Huracan Performante. Sei minuti e 45 secondi si otterrebbero anche attraverso il motore V12 aspirato portato alla soglia degli 800 cavalli, l'equivalente di McLaren Senna ( leggi la nostra prova ) Rivale allo stesso stratosferico livello.