2004
Diventa amministratore delegato del gruppo Fiat l'1 giugno 2004, dopo aver impressionato il mondo della finanza per il risanamento della società SGS di Ginevra. 
 
2005
Separazione tra Fiat e GM, annunciata il 14 febbraio del 2005. L'accordo prevede che il gruppo americano versi nelle casse del Lingotto 1,55 miliardi di euro. 
 
2006
Marchionne viene nominato Cavaliere del Lavoro da parte del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. 
 
2007
Presentata il 4 luglio del 2007, 50 anni esatti dopo la nascita del primo modello, Fiat 500 è eletta Auto dell’Anno 2008. 
 
2008
Marchionne rilancia in grande stile il marchio Abarth con alcuni modelli fortunati: Grande Punto, 500 e poi 595/695. 2009 Anno fondamentale: Marchionne, dopo colloqui serrati anche con il Presidente degli Usa Barack Obama, acquisisce il 20% del gruppo Chrysler, di cui viene designato amministratore delegato. 
 
2010
 
Fiat 500 sbarca negli States, prodotta in Messico nello stabilimento di Toluca. Seguirà una versione elettrica. 
 
2011
 
Viene completato il rinnovamento dello stabilimento di Pomigliano d'Arco. Il Gruppo torna per la prima volta agli utili e Time celebra Marchionne. 
 
2014
Completata l’acquisizione del rimanente 41,5% di Chrysler, detenuto dal fondo Veba. Viene annunciato il nome del gruppo della fusione: Fiat Chrysler Automobiles Group. FCA fa il suo ingresso alla Borsa di New York. Marchionne sostituisce Luca Cordero di Montezemolo alla guida di Ferrari S.p.a e Ferrari NV. 
 
2015
Ferrari debutta a Wall Street il 21 ottobre del 2015. Poche settimane dopo, viene approvato lo spin-off del Cavallino dal gruppo FCA. 
 
2016
Esce la nuova Alfa Romeo Giulia, modello molto atteso per il rilancio del marchio del Biscione. 
 
2018
1 giugno: Marchionne illustra il suo ultimo piano industriale, con investimenti per 45 miliardi di euro, di cui 9 dedicati all'elettrificazione. 26 giugno: a Roma, ultima uscita pubblica del manager con il maglione in occasione della consegna di una Jeep Wrangler all’arma dei Carabinieri.