Audi A3 è prossima al cambio di guardia. Come per VW Golf, l’attesa della prossima generazione è questione di mesi. Il nuovo modello dovrebbe arrivare sul mercato tra il 2019 e il 2020 nelle varie versioni.

I prototipi hanno fatto le prime uscite, ovviamente camuffati: A3 Sportback a cinque porte sarà il modello principale, la tre porte probabilmente sarà accantonata. Rimarrà invece la berlina, apprezzata in numerosi mercati.

Il design, questa è una conferma, appare al solito conservativo. Evoluzioni, affinamenti, ma nessuna rivoluzione. Silhouette simile, un filo più “appuntita” in alcuni dettagli. Quasi certamente sarà riproposto lo stile nel frontale inaugurato da Audi A8 e A7. Un A3 più affilata, probabilmente elegante, non vistosa. Questo potrebbe essere un parallelismo con nuova Mercedes Classe A.

Oltre allo stile il “travaso” dalle ammiraglie della Casa sarà anche tecnologico. Le nuove plance digitali, la connettività a bordo, i sistemi di assistenza, ormai a pieno livello 2 di guida autonoma. Come sempre molte “chicche” saranno a pagamento, ma è chiaro che il prestigio di A3 si giocherà molto sul mantenimento di un primato tecnologico rispetto alla concorrenza.

I motori saranno ancora benzina e Diesel, con una sempre più importante i motorizzazioni hybrid, mild-hybrid e hybrid-plug-in. Più incertezza per un’A3, almeno inizialmente, totalmente elettrica. Ovviamente rimarranno top di gamma S3 e la scatenata RS3.