Il percorso fatto di annunci e numeri strabilianti che accompagna Aston Martin Valkyrie prosegue. Nel 2019 finalmente vedremo il progetto ultimato della hypercar ibrida, nel 2020 toccherà alla variante da pista AMR Pro. L’ultimo record rivendicato dalla Valkyrie chiama direttamente in causa Cosworth, responsabile del motore V12 aspirato da 6.5 litri che, abbinato a un sistema di recupero dell’energia (prevedibile l'utilizzo di una forma di Kers), garantirà cavalli e prestazioni oltre i numeri di un’aerodinamica record.

Sarà il motore aspirato più potente presente sul mercato. Un tweet dell’azienda inglese lancia un dato: 1.145 cavalli. Trattasi della potenza complessiva, del sistema ibrido, con i meriti del termico e dell’elettrico tutti da ripartire. Non vi sono dubbi sul miglioramento del riferimento ottenuto da Ferrari 812 Superfast, attualmente l’auto con il motore aspirato più potente (800 cavalli dal V12 6.5 litri). Progetti che non potrebbero essere più diversi per essere messi a confronto, anche solo per gli aspetti legati all’affidabilità richiesta e al ciclo vitale.

La componente elettrica, l’assistenza del motore alimentato dal pacco batterie fornito da Rimac, su Aston Martin Valkyrie potrebbe pesare fino anche a 200 cavalli, sistema Kers normalmente accreditato di potenze comprese tra i 100 e i 150 cavalli. Sottratti dalla cavalleria del sistema ibrido della Valkyrie, restano circa 1.000 cavalli erogati dal motore aspirato.

Anche fossero numeri inferiori, il risultato dal punto di vista tecnico è straordinario e degno di essere affiancato alle potenze espresse fino a poco più di un decennio fa dalle monoposto di Formula 1, era dei V10 3 litri con potenze in qualifica da 900 cavalli e regimi di rotazione a 20 mila giri/min.

Valkyrie, abitacolo da Formula 1

Il dato più recente diffuso da Cosworth supera quanto dichiarato lo scorso marzo, in occasione della presentazione a Ginevra della Valkyrie AMR Pro, presentata con un motore in grado di oltrepassare i 1.115 cavalli (supporto del Kers incluso), superiore alla potenza della Valkyrie stradale grazie all’incremento della potenza ottenuta dal motore elettrico.