Il turbo benzina, a livello di immagine, è certamente un biglietto da visita virtuoso in questo momento. Opel mette a frutto il suo potenziale adottando un propulsore top di gamma su Grandland X. Che si presenta come tecnologica, ma in questo caso anche emozionale e raffinata.

Il motore è il quattro cilindri di 1.6 litri PureTech, realizzato in alluminio. Eroga 180 cavalli a 5.500 giri e dispone di una coppia di 250 Nm a 1.750 giri. Elastico e pronto, grazie anche alla valvola a farfalla che garantisce una risposta pronta.

E’ dotato di filtro antiparticolato che garantisce il miglior post-trattamento dei gas di scarico. Ovviamente anche di start/stop e il pacchetto di questo motore con doppio albero a camme in testa e quattro valvole per cilindro, rispetta la norma Euro 6d-TEMP.

Contribuiscono al quadro virtuoso il sistema di variazione dell’alzata e della fasatura variabile delle valvole, che permettono di regolare temporizzazione e durata delle stesse in modo infinito, riducendo consumi ed emissioni.

Un quattro cilindri molto "educato", ma senza essere seduto, anzi. L’accelerazione da zero a 100 km orari si completa in 8 secondi netti. La velocità massima è di 222 km/h. Il consumo dichiarato è di 5,8 litri di per 100 km: ovvero una percorrenza di 17,2 km/litro. Le emissioni sono di 132 g/km di CO2.