Dei piani Mercedes nell’immediato futuro, relativamente al prodotto di serie da lanciare sul mercato, colpisce soprattutto lo sviluppo della gamma compatta. Programmi in gran parte noti, elaborano l’offerta nata intorno alla piattaforma MFA2 di nuova Mercedes Classe A e la declinano in una miriade di opzioni di carrozzeria.

Quella che sembrava una copertura capillare, in passato, del segmento C - con la berlina due volumi, la CLA berlina quattro porte dal sapore coupé, la shooting brake e il crossover GLA, il monovolume Classe B - in alcuni casi si scompone in modelli ancor più specifici.

Mercedes Classe A Sedan ha debuttato a Parigi, portando in scena la versione tre volumi di Classe A. Altra cosa promette d’essere Mercedes CLA, più strettamente coupé, sfumature che si ritroveranno nella silhouette diversa e in dettagli di stile come i fari e la linea di cintura. Su strada non ci sarà alcun rischio di confondere i due modelli.

Sembrava incerta la conferma di Mercedes CLA Shooting Brake, invece, i muletti avvistati di recente accanto alla coupé dicono dell’arrivo della seconda generazione. Programmi che trovano l’ufficialità nell’offensiva di prodotto riassunta in occasione della presentazione dei dati sull’andamento trimestrale del gruppo.

Nuova CLA Shooting Brake, come sarà

Nella prima metà del 2019 sarà la volta di nuova CLA, in autunno è attesa CLA Shooting Brake. Dimensioni sovrapponibili, carrozzerie diverse, andranno probabilmente a sviluppare ancor di più, in lunghezza, i valori di Mercedes Classe A Sedan.

Sono due modelli centrali nell’offerta di prodotto, il terzo, sempre nel segmento C, sarà l’”ottava auto compatta”. Così, nella slide Mercedes, quella che sarà molto probabilmente GLB. Trattasi di specializzazione ulteriore. Da Mercedes GLA, attesa nel 2020, di fatto una variante crossover di Classe A, più vicina agli stilemi della berlina di quanto non sia stata la prima generazione, si andrà verso un suv vero e proprio.

Mercedes GLB prenderà un po’ di GLC, modello di segmento superiore, e un po’ di Classe B, per sviluppare un prodotto con vere doti di off-roader e proporzioni da suv compatto. Il lancio avverrà sul finire dell’anno, in concomitanza con il restyling dell’offerta smart.

GLB smussa le spigolosità

Prima, tra primavera ed estate, arriveranno altri due sport utility. Mercedes GLC porterà in strada un restyling che, seguendo quanto fatto da Classe C, dovrebbe rinnovare il parco motori e sviluppare la tecnologia sui gruppi ottici anteriori. Tutta nuova, sarà, invece, Mercedes GLS.

Il suv di lusso, la declinazione Classe S a ruote alte, ha da poco un avversario in più, BMW X7, prima volta della casa di Monaco di Baviera nel segmento. Là dove Mercedes GLS vanta una storia consolidata, che si rinnoverà con la prossima generazione.

L’elemento di stile più interessante è rappresentato dallo sviluppo del frontale, con linee dei fari più vicine al resto della gamma, tanto davanti che dietro, con le luci a sviluppo orizzontale e linee segnatamente molto più morbide sulla carrozzeria. Modello, GLS, interessante anche per scoprire la “base” che verrà adottata dalla proposta Maybach, esercitatasi a Pechino, quest’anno, con il concept Ultimate Luxury.