Quarant’anni di specializzazione sono un bel biglietto da visita. Settore: pick-up. Nuovo Mitsubishi L200 compie un ulteriore passo, in avanti, svelato in Thailandia, dove verrà prodotto e le vendite inizieranno dal 17 novembre, per poi progressivamente coprire fino quasi 150 mercati globali, Europa inclusa. 

Come cambia? C’è lo stile, il rinnovamento del design frontale, inserito nel Dynamic Shield che è linguaggio stilistico Mitsubishi. Più che mai, però, l’estetica è relativa nel settore pick-up. Conta maggiormente dire della tonnellata di capacità di carico nel cassone, delle tre versioni di cabina proposte (specifiche legate al mercato thailandese), delle dimensioni comprese tra i 5,09 metri del Mitsubishi L200 cabina singola e i 5,30 metri del Mitsubishi L200 Double Cab.

Il solido telaio a longheroni e la struttura dell’abitacolo restano invariati, il passo avanti si compie sui sistemi di assistenza attiva e passiva alla guida, con accorgimenti tecnologici che spaziano dalla frenata d’emergenza con rilevamento dei pedoni al Blind Spot Monitor con assistente al cambio di corsia, fino al più che mai utile, visti gli ingombri, Rear Cross Traffic Alert.

Migliora anche la qualità percepita a bordo, il nuovo L200, lo fa introducendo materiali morbidi al tatto, cuciture e dettagli più curati.

L’essenza, poi, è quella solita, portata a un nuovo livello. Le doti in fuoristrada, ad esempio, con il tasto Off-Road che apre a quattro diverse opzioni, modalità di guida che regolano erogazione della potenza e gestione della trazione: Ghiaia, Fango/Neve, Sabbia, Roccia, ciascuno con una specializzazione.

Due o quattro ruote motrici, cambio manuale o automatico, entrambi 6 marce, debutta così, L200 2019. La trazione integrale è declinata in Super-Select 4WD o Easy-Select 4WD, con il passaggio dalle due alle quattro ruote motrici possibile fino a 100 km/h. Super-Select è la proposta più specializzata, che affianca la modalità 2WD, 4WD da alte velocità, la 4WDH con blocco del differenziale posteriore e la 4WD con ridotte e blocco del differenziale. Easy-Select, invece, semplifica le modalità in due ruote motrici, 4 ruote motrici, 4WD con ridotte.

Altro ausilio nella marcia in fuoristrada, l’Hill Descent Control, che controlla gas e freni nelle discese più impegnative. Sul fronte delle sospensioni, da registrare la revisione degli ammortizzatori posteriori, con elementi idraulici più grandi che offriranno un miglior comfort di marcia, assicura Mitsubishi.

Maggiorati sono anche i freni a disco anteriori, come i pistoncini delle pinze. Quanto al motore, la specifica thailandese di nuovo L200 è proposta con il turbodiesel 2.4 litri da 181 cavalli e 430 Nm di coppia motrice. Fronte sul quale attendere per conoscere i valori destinati al mercato europeo.