Non veste a caso la calandra e-tron. Audi Q2 si prepara a parlare elettrico, un progetto sulla cui esistenza  i rumours sono nati a inizio anno, rilanciati dall’Asia. Il crossover ha recentemente tenuto a battesimo il debutto della sportiva SQ2, al Salone di Parigi e, come spesso accade sul mercato cinese, ha raddoppiato l’offerta con una variante a passo lungo. Non è da escludere l'ipotesi che la versione elettrica a batterie venga sviluppata proprio sulla base del modello Q2 L e che al mercato cinese in primis sia destinato.

Primi chilometri su strada, in pubblico, per una Q2 apparentemente insolita. E dietro la calandra dalla griglia quasi interamente chiusa, richiamo fedele della specifica adottata da Audi e-tron, si nascondono indizi di propulsione elettrica. Feritoie ridotte al minimo, porzione centrale sotto il portatarga e una sottile striscia al di sopra, bastano ad alimentare il sistema di raffreddamento del pacco batterie e dell’inverter.

Si resta ancora nella fase in cui il condizionale è d’obbligo, tuttavia, l’assenza di terminali di scarico visibili e quello che potrebbe essere un tetto con celle fotovoltaiche, andrebbero a supportare l’idea di una Q2 e-tron.

Audi e-tron, inizia la nuova era

Si potrebbe replicare dicendo di un facelift del crossover urbano Audi ma non si registrano elementi di stile nuovi. Volendo dar credito alle indiscrezioni rilanciate da Carscoops, siamo di fronte ancora a muletti nella prima fase dello sviluppo, destinati a un’evoluzione estetica marcata con il prosieguo dei test su strada.