Polestar 2 sancirà l’esordio del sistema di infotainment per auto di Google, quindi ovviamente Android. Un passo importante, che dovrebbe essere presentato nella prossima primavera in occasione del Salone di Ginevra. Volvo aveva dichiarato la sua intenzione di utilizzare Android, di serie, a bordo delle sue vetture.

Il modello scelto è stato di prestigio per il Gruppo. Una berlina che dovrebbe avere un prezzo tra i 40 e 55 mila euro. Ma soprattutto una delle concorrenti più dirette per status e vocazione di Tesla Model 3, che potrebbe avere un’autonomia elettrica di oltre 550 chilometri. Derivata dalla quattro porte 40.2 Concept, con una potenza di circa 400 cavalli. Oltre alle doti “green”, Polestar 2 avrà quindi il suo sistema di infotainment Sensus dotato delle varie “chicche” di Google, ovvero Assistant, Play Store e Google Maps.

Parole e musica di Henrik Green, responsabile ricerca e sviluppo di Volvo, ad Automotive News. “Siamo determinati a offrire ai nostri clienti un’esperienza speciale. Le loro vetture saranno incessantemente integrate con qualsiasi device. Fatta questa scelta è stato semplice orientarsi su Android“.

Il tutto potrebbe diventare realtà di mercato nel 2020. Seguita anche da un SUV, Polestar 3.