Per una volta, a essere stellari, non sono le prestazioni. Immagina lo spettacolo infuocato delle meteore a contatto con l’atmosfera terrestre e immagina che frammenti arrivino fin sulla Terra. Parte di quel materiale sale a bordo di BMW M850i xDrive e l’astronomia ruba la scena alle, astronomiche (e figurate) prestazioni della granturismo tedesca.

Opera di BMW Individual Manufaktur, che a Garching si trova a un passo dall’Istituto di Fisica Extraterrestre Max Planck, i cui ricercatori hanno collaborato con il reparto responsabile da 25 anni delle personalizzazioni più esclusive e ricercate di BMW.

I frammenti di meteorite impreziosiscono il tunnel centrale, adornano il selettore dell’iDrive, il pulsante d’avviamento, la leva del cambio Steptronic e l’intera zona davanti al poggiabraccio, che non poteva restare con le sue fattezze terrestri. Così, led incastonati a ricreare l’effetto cielo stellato. Il cielo, quello dell’abitacolo, è realizzato, invece, sì a mano ma con la particolarità di riprendere un motivo tipico delle figure di Widmanstatten – lo stesso applicato al tunnel – ovvero le geometrie tipiche della superficie lucidata di un meteorite metallico incisa con un mix di acido nitrico e cloruro di ferro.

Finitura che si ripete all’esterno, sullo splitter e le calotte degli specchietti, fino ai dischi dei freni. Impianto che registra un’altra, cruciale, personalizzazione: le pinze stampate in 3D, in alluminio. Processo produttivo che, a parità di materiale, riesce ad abbattere il peso del 30% rispetto alla costruzione classica per fusione.

BMW Serie 8, la prova: coupé ipermultimediale

L’anteprima della BMW Individual M850i Night Sky arriva a ridosso della notte in cui lo sciame meteorico delle Quadrantidi, dell’asteroide 2003 EH, rilascerà frammenti che investiranno l’atmosfera terrestre.

Continuando con l’esclusività della personalizzazione Individual su Serie 8, i rivestimenti in pelle Merino in tre colorazioni è abbinata allo schema Opale bianco-midnight blu e argento. La carrozzeria, invece, replica un effetto sfumato a grandiente variabile - dal basso fin sui passaruota - e dall’elevata profondità grazie all’applicazione di una base nera sulla quale è applicato uno strato di blu San Marino metallizzato e tre strati di trasparente con particelle pigmentate differenziate per grandezza.