Prosegue la riattivazione dei Tutor sulle autostrade italiane. Il sistema di misurazione e controllo della velocità media sta tornando in funzione e ora ne sono attivi 31 per un totale di 290 km coperti.

Il dispositivo era stato spento in aprile, a causa di una disputa legale sul brevetto che ha coinvolto l'azienda toscana Craft e la Società Autostrade. La Corte di Appelo di Roma aveva dato ragione ai primi, costringendo dunque Autostrade a spegnere il SICVe, attivo dal 2005, e dotarsi del nuovo sistema denominato SICVe-PM (Sistema informativo per il controllo della velocità PlateMatching), più preciso nella rilevazione delle targhe e più rapido nella trasmissione dei dati.

In tutto, i nuovi dispositivi sono 11 si aggiungno ai 22 accesi il 27 luglio, ma il numero degli apparecchi è destinato a crescere, fino alla completa sostituzione degli oltre 240 attivi prima dello spegnimento.

 I nuovi tutor sono attivi su:

  •  A7: Milano-Genova (Busalla-Ronco Scrivia e Ronco Scrivia-Isola Cantone)
  • A10: Albisola-Celle Ligure

  • A26: Masone-Broglio in direzione nord e tra Masone-Massimorisso in direzione sud

  • A13: Bologna Interporto-Altedo e Altedo-Ferrara Sud

  • A14: tra Forlì e Faenza e da Faenza fino alla diramazione per Ravenna

  • A30: da Sarno a Nocera Pagani, in direzione sud

 Sul sito della polizia è visionabile la mappa completa qui.