Due particolari di stile su tutti raccontano la storia BMW: il doppio rene e il “gomito di Hofmeister”. Quanto al primo, i puristi storceranno il naso nello scoprire il restyling di BMW Serie 7. L’ammiraglia si prepara al debutto, rinnovamento di metà ciclo vitale che introdurrà nuovi contenuti sulla tecnologia dei fari a led laser, sull’infotainment e i servizi connessi, sotto forma del sistema operativo BMW iDrive 7.0 e l'annesso rinnovamento della strumentazione virtuale.

BMW X7, esordio di gran lusso

Adeguerà anche il design esterno e la novità di maggior impatto sarà nelle proporzioni della calandra. Si uniformerà alle scelte adottate per BMW X7, doppio rene volutamente sovradimensionato per inserirsi in un complesso imponente del frontale. Le immagini sfuggite online, da un evento privato di presentazione della 750i negli USA (e da un configuratore online dell’ammiraglia), amplificano l’effetto “maxi” della calandra sulla berlina.

La scelta del team di designer di aumentare le dimensioni in altezza è confermata dall'estensione su una porzione di cofano motore, sviluppi che si legano, al contrario, a un assottigliamento dei fari.

Completamente rivista anche la fascia paraurti, più chiusa alle estremità e con elementi in tinta negli allestimenti non M Sport. Al posteriore ritroveremo i fari scolpiti e in rilievo di nuova Serie 3 insieme a un ampio inserto a contrasto sul paraurti nella variante più sportiva.

Quanto alle motorizzazioni, accanto alle proposte turbo benzina 740i, 750i e M760i, è attesa l'ibrida plug-in 745e con motore 3 litri e un sistema da 390 cavalli.