È tempo di grandi novità per la 37esima edizione della Mille Miglia, che venerdì 17 maggio, nella terza giornata di gara, attraverserà Firenze e Vinci, due delle culle del Rinascimento italiano. La rievocazione storica della “Corsa più bella del mondo” passerà per il cuore della città gigliata, che era stata la casa di Lorenzo il Magnifico e che l’Unesco ha dichiarato “simbolo del Rinascimento”. 

Le auto arriveranno da via Pistoiese e, attraverso molteplici siti artistici e culturali di notevole spessore come Piazzale Porta Romana, Piazzale Galileo, Piazzale Michelangelo, Piazza Ferrucci, lungarno Cellini, Piazza Poggi, lungarno Serristori, Ponte alle Grazie, Piazza Cavalleggeri, Corso Tintori e via Magliabecchi, raggiungeranno Piazza S. Croce, dove avrà luogo il controllo a timbro. Sfileranno poi per via Verdi e via Ghibellina, lasciando il centro cittadino per dirigersi verso Bologna per la conclusione della giornata di gara. 

La corsa si trasforma quindi in una irripetibile occasione per unire sport e bellezza, e in questo senso è da non perdere la tappa a Vinci. Sì, perché la Mille Miglia – in calendario dal 15 al 18 maggio, che come da tradizione parte da Brescia – prima di arrivare a Firenze, passerà per il borgo che ha dato i natali e che ha visto crescere il genio di Leonardo: un omaggio che la leggendaria corsa ha deciso di fare proprio nel 500° anniversario della scomparsa del grande artista rinascimentale.