McLaren Senna GTR, supersportiva da sogno e da pista. I 75 fortunati proprietari di questa serie limitata, appena presentata ufficialmente ma già tutta aggiudicata a 1,3 milioni di euro di partenza (tasse escluse), avranno una perla speciale. Tra l’altro completamente personalizzabile da McLaren Special Operations (MSO).

La massa è contenuta a 1.188 kg (c’è comunque il climatizzatore) il V8 4 litri biturbo di Woking con turbine twin scroll a controllo elettronico guadagna 25 cavalli, arrivando a 825 cv e 900 Nm di coppia. Il cambio sequenziale SSG resta invece lo stesso: tre le modalità di guida, Wet, Track e Race.

Senna GTR aggiunge anche un nuovo impianto di scarico e freni carboceramici da 390 millimetri. Come tutte le McLaren la deportanza è eccezionale. Per questo modello da corsa arriva a oltre 1.000 kg alla velocità di 250 km orari. Merito dell’aerodinamica attiva e di altre numerose soluzioni, come l’ala arretrata, modifiche a splitter, deflettori ed altre appendici.

L’assetto è stato abbassato di 34 millimetri ed è comunque regolabile. Per essere più leggera vetri e finestrini sono in policarbonato, non ci sono display touch per l’infoitainment, sostituiti da una strumentazione dedicata ai track day. I sedili sono omologati FIA, la guida su tutte le Senna GTR, che arriveranno a settembre, a sarà a destra. La definizione data dalla Casa “ultimate racetrack driving experience” calza a pennello.