Prosegue la partnership tra Hyundai e Tate Modern. Per l'undicesimo anno del sodalizio artistico le opere di Kara Walker – nota al pubblico italiano per aver diretto la "Norma" di Bellini al Teatro alla Fenice durante la Biennale di Venezia nel 2015 – sono state scelte per la mostra in programma dal prossimo 2 ottobre 2019 al 5 aprile 2020 alla Turbine Hall, uno degli spazi espositivi della galleria d’arte moderna e contemporanea londinese. 

Sarà dunque l'artista a afroamericana a curare l'esposizione sponsorizzata nella quinta Hyundai Motor Commission, lo spazio espositivo allestito nel cuore della prestigiosa galleria d'arte. Disegni, stampe, murales, ombre cinesi, proiezioni e installazioni di grandi dimensioni, sono le forme artistiche scelte da Kara Walker per sviluppare diverse tematiche che spaziano dalla differenza di genere al razzismo, al retaggio degli stereotipi della schiavitù nella coscienza americana, fino alla sessualità e violenza. 

Quello tra Hyundai e Tate Modern è un progetto di collaborazione a lungo termine, attivo da oltre 11 anni e il più longevo che la galleria d'arte londinese abbia avuto visto che durerà fino al 2025

“Attraverso la collaborazione con organizzazioni di tutto il mondo, Hyundai continuerà a offrire al pubblico esperienze creative uniche. Siamo impazienti e curiosi di vedere come Kara Walker coinvolgerà il pubblico nella Tribune Hall in occasione di questa quinta Hyundai Commission”, ha dichiarato Wonhong Cho, Executive Vice President di Hyundai Motor Company.  “Kara Walker affronta senza timore alcuni dei problemi più complessi di oggi - spiega Frances Morris, direttore della Tate Modern - Le sue opere parlano di storia e identità con una potente immediatezza, ma anche con grande comprensione e intelligenza. Vedere come interpreterà lo spazio industriale della Turbine Hall è estremamente stimolante”.