Storia e presente, insieme, in 19 esemplari. Aston Martin e Zagato, ancora. Celebrare i 100 anni della Carrozzeria italiana è, anche, poter parcheggiare in garage una Aston Martin DBS GT Zagato, affiancata da una Aston DB4 GT Zagato Continuation.

Il secondo passaggio della Centenary Collection DBZ passa dalla produzione di 19 esemplari di DB4 GT Zagato, tanti quanti ne vennero prodotti dopo il debutto del 1960, allora ad arricchire una serie di DB4 GT complessivamente inferiore alle 100 unità.

I facoltosi collezionisti avranno l’opportunità, unica, di rivivere la storia e la sua interpretazione moderna, investendo 6 milioni di sterline, 7 milioni di euro al cambio attuale, prezzo tasse escluse per aggiudicarsi la coppia inscindibile.

Della DB4 GT Zagato, Aston Martin DBS GT Zagato è la lettura sviluppata partendo dalla DBS Superleggera, modificata in numerosi elementi del design, per riprendere gli stilemi dell’antenata, come sarà evidente sulla calandra, nei cerchi e nei fari.

Vanquish Zagato Shootin Brake, wagon regale

I primissimi rendering anticipano la scelta del tetto a doppia bolla, l'assenza del lunotto, funzionalità che si sacrifica sull’alterare della pulizia estetica, delle gobbe in fibra di carbonio estese fino in coda.

I fari posteriori richiamano il motivo a turbina nel design, mentre l’anteriore sfoggia una calandra ampissima, con l’andamento del cofano simile alla DB4 GT Zagato nel bordo superiore, a bocca di squalo.

Se le scelte tecniche destinate alle 19 Continuation del modello degli anni Sessanta sono ovvie, con motore sei cilindri in linea, aspirato da 3.6 litri di cubatura, per 318 cavalli su una massa di 1.269 kg (6”1 in accelerazione, da 0 a 100 km/h), le specifiche della DBS GT Zagato dovrebbero ricalcare l’impianto della DBS Superleggera. Quindi, motore V12 twin turbo da 5.2 litri, per 725 cavalli e 900 Nm di coppia motrice.

Aston Martin programma di iniziare le consegne degli esemplari storici, DB4 GT Zagato Continuation, nell’ultimo trimestre del 2019. Un anno più tardi, avvierà le consegne della DBS GT Zagato.