Sarà Escape Oltreoceano, nuova Ford Kuga per il mercato europeo. E, dall’evento Ford Go Further di Amsterdam, svelerà le carte con le quali andare a caccia dei rivali nel segmento C.

STILE MORBIDO ISPIRATO A FOCUS

La terza generazione sarà molto diversa nel design. Le chiare influenze di Focus sui gruppi ottici e sul posizionamento della calandra disegnano un frontale completamente diverso, più morbido e meno imponente.

Il teaser con il quale Ford conferma il debutto di Kuga 2020 si concentra sui gruppi ottici a led, la griglia e il posteriore.

Non avrà solo richiami stilistici a Ford Focus, vista la condivisione dell’architettura C2, con passo allungato e misure che dovrebbero confermarsi in quota 4,55 metri.

AVRÀ GLI ECOBOOST 3 CILINDRI E L'IBRIDO 

Restano ancora gli interrogativi legati alla soluzione di ibrido e ibrido plug-in in arrivo sul suv, dopo le anticipazioni dei mesi scorsi, a indicare per Ford Escape un sistema con motore benzina da 2.5 litri abbinato all’unità elettrica.

L’attuale offerta ibrida di Ford, sviluppata su Mondeo, propone in Europa un 2 litri benzina a Ciclo Atkinson più due motori elettrici. A essere in dubbio non è il “se” di un Kuga ibrido – viste le conferme giunte dai muletti di sviluppo, con strumentazione dedicata – semmai il “come” e non è da escludersi il ricorso all'Ecoboost 3 cilindri, destinato a essere offerto nella versione 1.5 litri e tre livelli di potenza. Il 2 aprile si scopriranno le soluzioni scelte da Ford.

TORNA PUMA, SARÀ SUV URBANO

Nel presentare l'ampliamento dell'offerta Fiesta e Focus, dal 2020, con le proposte mild-hybrid e sistema alternatore-starter a cinghia, a 48 volt, la Casa dell’Ovale Blu ha anticipato novità sul fronte suv. Che potrebbero andare oltre il rinnovamento di Kuga.

Il percorso di sviluppo è stato quasi parallelo a un secondo sport utility, di segmento inferiore, inizialmente individuato quale possibile nuova generazione di Ecosport, in realtà destinato a inserirsi tra Ecosport e Kuga, prodotto “urbano”, da 4 metri e 20 centimetri, sviluppato partendo dall’architettura di Ford Fiesta.

Le indiscrezioni vorrebbero l’utilizzo del nome Puma, un ritorno in casa Ford, che tra il 1997 e il 2002 produsse una gradevole coupé delle dimensioni di un’utilitaria.