Sorgerà a Ginevra, precisamente a Meyrin, una manciata di chilometri dal centro, il Science Gateway del CERN. Sarà centro per divulgare le scienze, educare e raccontare i fenomeni attraverso esperimenti pratici. Un progetto da oltre 70 milioni di euro (79 milioni di franchi svizzeri), fondi oggetto di donazione da parte di fondazioni, che permetteranno la realizzazione dell’opera progettata dallo studio d’architettura di Renzo Piano.

FCA FOUNDATION PARTNER PRINCIPALE

Dei 70 milioni di euro, oltre 50 milioni sono già stati raccolti dal CERN, con il contributo principale della FCA Foundation, che ha donato 40 milioni di euro. I lavori partiranno nel 2020 e la costruzione sarà ultimata nel 2022. Quali obiettivi perseguirà il centro del CERN lo spiega Fabiola Gianotti, direttore generale: “Il Science Gateway permetterà al CERN di espandere in modo significativo la sua offerta educativa e divulgativa per il grande pubblico, in particolare per le nuove generazioni.

Potremo condividere con tutti il fascino dell'esplorazione e dello studio della materia e dell'universo, le tecnologie avanzate che dobbiamo sviluppare per poter costruire i nostri ambiziosi strumenti e il loro impatto sulla società, e il modo in cui la scienza può influire sulla vita di tutti i giorni. Sono profondamente grata a tutti coloro che hanno fatto una donazione, per il loro fondamentale sostegno alla realizzazione di questo splendido progetto".

Oltre a FCA Foundation, contributi economici sono arrivati anche da una fondazione privata ginevrina e da Loterie Romande.

IN ITALIA IL PROGETTO DEDICATO ALLE SCUOLE

La collaborazione tra CERN e Fondazione FCA si concretizza anche su un altro fronte: progetti rivolti a studenti italiani per incoraggiare lo studio delle materie dell’area STEM, ovvero, l’area di ricerca della disciplina scientifica, tecnologica, ingegneristica e matematica. La cooperazione infatti interesserà nella fase iniziale le scuole medie italiane, per un coinvolgimento totale di un potenziale di 550mila alunni. Mentre nella fase pilota vedrà l’estensione del progetto agli altri Stati membri della UE.

"Il nuovo Science Gateway permetterà di soddisfare la curiosità di 300.000 visitatori all'anno - tra i quali molti ricercatori e studenti, ma anche bambini e le loro famiglie - consentendo loro di acquisire strumenti utili per comprendere il mondo e per migliorare la loro vita, qualunque lavoro sceglieranno di fare.

Come FCA, siamo felici di sostenere questo progetto, che rientra nell'ambito della nostra responsabilità sociale e ci permette di onorare la memoria di Sergio Marchionne: in un ambiente stimolante e aperto, insegnerà come pur avendo culture e prospettive diverse, possiamo lavorare insieme, trovando le risposte ai problemi di oggi e a quelli di domani", ha dichiarato il presidente di FCA e della Fondazione FCA, John Elkann.