Cromature e Flying B in mostra, primissimi particolari di un progetto destinato a scoprirsi nel 2019. Nuova Bentley Flying Spur lancia la volata lunga, verso il traguardo del debutto che potrebbe essere collocato a Francoforte, il prossimo settembre, per la prima in pubblico.

Svela un particolare, finora appannaggio della Mulsanne: la statuetta della B alata, a scomparsa. L’innovazione è nelle ali retrolluminate.

Altri particolari interessanti, che emergono dal primo teaser della Flying Spur, la presenza del listello cromato sul cofano motore.

VOLTO CONTINENTAL

Dove le anticipazioni ufficiali si interrompono, subentrano i muletti avvistati negli ultimi mesi, a prospettare fari anteriori diversi, sempre sdoppiati ma con il proiettore esterno più piccolo, in stile Bentley Continental GT, soluzione che visivamente aiuterà a snellire il frontale. Finora Flying Spur ha sfoggiato quattro unità tondeggianti pressoché di uguale diametro.

È superfluo segnalare il progresso che si avrà sui sistemi di assistenza alla guida, mentre sul piano puramente estetico, scopriremo una fiancata con la linea dei finestrini posteriori leggermente allungata e ricurva sul montante C. Spazio, in coda, al riposizionamento del portatarga, dal volume del bagagliaio al paraurti.

L’ammiraglia da 5 metri e 30 centimetri adotterà i consueti frazionamenti W12 e V8, motori ai quali abbinare una proposta ibrida plug-in che, stando alle indiscrezioni, dovrebbe  il motore turbo benzina V8 da 4 litri alla componente elettrica.