"Fca non è mai stata più forte e così in salute come oggi”. Parla da Amsterdam, il presidente John Elkann, dove si è tenuta l’Assemblea degli azionisti del Gruppo FCA.

Tra risultati finanziari 2018 in crescita per utili operativi e netti, per ricavi, si è deciso il ritorno al pagamento dei dividendi agli azionisti, una scelta nelle intenzioni da rendere strutturale, quindi anche nei prossimi anni. Verrà staccato un dividendo di 0,65 euro per azione. “Il bilancio ci consente di fare gli investimenti opportuni e al contempo di remunerare i nostri azionisti con dividendi”, ha aggiunto Elkann.

Dividendo al quale andrà ad aggiungersi quello della vendita di Magneti Marelli a Calsonic Kansei, confermata in chiusura nell’attuale trimestre e dalla quale verranno incassati 6 miliardi di euro, 2 destinati agli azionisti sotto forma di dividendo.

CREDITI TESLA ACCORDO PLURIENNALE

Notizie alle quali sommare la conferma dell’accordo con Tesla, l’acquisto dei crediti per le emissioni di Co2 n Europa, spalmato su più anni.

La riunione degli azionisti arriva dopo settimane nelle quali, intorno al nome di FCA, si sono concentrati rumours di stampa che volevano l’interesse all’acquisizione da parte di Renault, una volta definita la fusione tra il marchio francese e l’alleato Nissan. Voci a loro volta successive alle parole della famiglia Peugeot sul supporto al gruppo PSA in un’operazione eventuale di acquisizione di FCA.

FCA esclude la vendita

CONSEGNE 2018 A +2%

FCA che vale oltre 4,8 milioni di veicoli, tanti ne ha consegnati nel 2018, risultato in crescita del 2% sui 12 mesi precedenti. E, da Amsterdam, Elkann ha ribadito l’impegno nei confronti del gruppo: “Con il suo sostegno, la mia famiglia ha accompagnato l'evoluzione di questa società negli ultimi 120 anni: ci siamo stati nei momenti belli e in quelli più difficili. Continueremo a farlo, tanto più oggi che entriamo in una nuova ed entusiasmante fase di sviluppo per l'industria dell'auto.

FCA Heritage Hub, storia in vetrina

Siamo pronti a giocare il nostro ruolo in questa nuova ed entusiasmante era dell'industria dell'auto. Come in passato, siamo preparati a prendere decisioni e ad agire con coraggio e creatività, per costruire un futuro solido e ricco di opportunità per Fca”.

Sfide che, sotto il profilo tecnico, sono quelle dell’elettrificazione nelle varie forme e dell’assistenza avanzata alla guida, con l'a.d. Mike Manley a dire: “Siamo pronti alla transizione tecnologica sulle auto".