Promozione della cultura del territorio e valorizzazione delle aziende medio/piccole che sono parte integrante della crescita italiana per i settori alimentare e culturale, selezionate da Slow Food Editore. Questi sono gli obiettivi principali di iFoodies, progetto nato nel 2013 che pone l'accento anche sulle produzioni legate alla sostenibilità, biodinamicità e al concetto del chilometro zero.

Dal food al mondo dei motori, l'App iFoodies, promossa da BMW Group, è tra le più scaricate del settore (oltre centomila download). Numeri importanti che l'hanno portata a essere la prima realtà food non solo in Italia ma anche in Europa. Disponibile per dispositivi mobili Android e iOS, doppia versione italiano e inglese, la app funge da palcoscenico per più di 3mila aziende agricole lungo tutta la penisola. Particolare attenzione alle realtà che producono olio, confetture, succhi di frutta, formaggi, frutta, salumi e altri prodotti.

Con iFoodies – ha dichiarato Sergio Solero, Presidente e AD di BMW Italia – dimostriamo come il nostro approccio alla sostenibilità sia davvero olistico. Rispetto del territorio e della biodiversità e un impegno costante per una mobilità sostenibile ed integrata trovano in questa App molti dei valori nei quali crediamo e nei quali stiamo investendo. In iFoodies ritroviamo la stessa filosofia che unisce l’approccio digitale, la passione per l’innovazione ma anche il rispetto della tradizione che sono nel DNA del nostro Gruppo”.

Su iFoodies si trovano eccellenze, questo sia chiaro. E dato che il valore va premiato, ecco la quinta edizioni di iFoodies Award 2019, una classifica ottenuta attraverso il gradimento espresso sulla piattaforma per tutto il 2018. Giudici di questa speciale graduatoria sono gli utenti: come sui social network c'è il like per manifestare il proprio gradimento, su iFoodies c'è il cuore.
iFoodies – ha dichiarato Filippo Polidori, ideatore e creatore di iFoodies – è una App apparentemente ‘anomala’ perché non ti vende nulla, cosa che tutte le App, in primis quelle dedicate al Food, di solito fanno. Ma proprio questo apparente “limite” la rende unica, perché iFoodies nasce per dare voce a quelle aziende che producono cibi buoni, puliti e giusti, nasce per consigliarti indirizzi dove la qualità e la passione di chi ci lavora sono un valore indiscutibile, nasce per farti scoprire il paese più bello e più buono del mondo. iFoodies e BMW Group vogliono essere il ponte fra voi e questo mondo meraviglioso”.

Numeri alla mano, ecco le aziende premiate. Al primo posto, con 1.234 like, troviamo Rosa dell'Angelo, azienda di Parma specializzata in salumi. Segue Cave du vin blanc de Morgex, in provincia di Aosta: 834 like per la sua produzione vinicola. Medaglia di bronzo all'azienda del Montefeltro produttrice di miele Favus Mellis, con 563 like.

Due sezioni speciali, Milano e Roma, hanno visto trionfare noti locali di entrambe le città. Trattoria Trippa, Locanda Perbellini e Bistro Aimo e Nadia per il capoluogo lombardo; Berberé, Da Armando al Pantheon e Caffè Propaganda per la Capitale.

Tra i riconoscimenti anche Extra iFoodies Award 2019, che premia le iniziative. Quest'anno è stata la volta dei “Signori del vino”.