C’è qualcosa di speciale che bolle in pentola. Honda Civic Type R è ancora tra le curve del Nurburgring - dove detiene il primato tra le tuttoavanti, in 7’43”80 - apparentemente senza sostanziali novità estetiche.

Due muletti con i paraurti ampiamente camuffati, insieme al tetto, gli specchietti e la presa dinamica sul cofano motore.

STICKER SOSPETTO

Poi, un dettaglio. Che relegheresti a “souvenir” dell’appassionato, se non fosse per l’ufficialità dei collaudi: l’adesivo della Nordschleife ben in vista sulle paratie dell’ala posteriore.

Così, prima ancora di immaginare un facelift in arrivo (più probabile un model year 2020) l’idea è che Civic Type R stia preparando una proposta ulteriormente affinata nelle doti sportive, magari una serie limitata, dando corso alle notizie emerse nei mesi scorsi di varianti aggiuntive da affiancare alla Type R.

DETTAGLI IN CARBONIO 

Camuffare il tetto, senza evidenti novità aerodinamiche, può voler anticipare solo un elemento alleggerito in arrivo, in fibra di carbonio. Quanto ai paraurti, invece, davanti si intuiscono due baffi inediti, dalla traversa portatarga a estendersi verso le feritoie più esterne. Al posteriore, simile trattamento nella fascia al di sopra dei terminali di scarico.

Civic Type R, primo contatto con il samurai giapponese

Sui muletti di collaudo, a bordo erano installati sedili con cinture a quattro punti, mentre le calotte degli specchietti è prevedibile seguano una realizzazione in composito come per il tetto. Che siano particolari di serie o a richiesta, si scoprirà nei prossimi mesi.

Se davvero di un’edizione speciale dovesse trattarsi, una Honda Civic Type R “Nurburgring Edition”, volendo riempire di significato i loghi sfoggiati sull’ala posteriore, potrebbe accompagnare l’aggiornamento 2020 della berlina, secondo alcuni rumours in arrivo al Salone di Francoforte.