Auto elettriche, guida autonoma e via dicendo. Nel week end tutto questo bersagliamento viene per una volta accantonato. E infatti il turno di “Verona Legend Cars”, se vogliamo un bis dell’ormai consolidata rassegna (Auto e Moto d’Epoca) che si tiene con sempre maggiore successo a fine ottobre di ogni anno a Padova.

Dietro a tutto sempre lui, l’imprenditore Mario Baccaglini. Con numeri di riguardo, in ogni caso. Ad esempio con oltre 1.000 modelli storici in vendita, centinaia di specialisti di ricambi originali e la grande storia dell’auto vissuta in prima persona, grazie ai raduni di Club e vari Registri storici.

Verona Legend Cars,il vintage in mostra

La mostra "Centomiti"

Poi le varie supercar e tanti modelli in grado di suscitare la curiosità di tanti appassionati del Vintage a quattro ruote. Ma la voce del padrone la fa la mostra “Centomiti”, che raccoglie appunto cento automobili passate alla storia. Dalla Bugatti Royale del 1927 alla Volkwagen Maggiolino del 1938, dalla Jeep Willis, sempre del 1938, alla Porsche 356 del 1950. E poi la Citroen DS del 1956, la Jaguar E-Type del 1961, la Lancia Aurelia B20 del 1955, la Ferrari 250 GTO del 1962. O la più recente F40 del 1987.

Tutte auto che hanno quotazioni elevatissime, specie parlando dei bolidi di Maranello. Alla mostra ha ovviamente contribuito il celebre Museo Nicolis di Villafranca, situato e pochi chilometri da Verona. Non manca il raduno dei possessori di modelli “Youngtimer”, ovvero costruiti a partire dal 1980.

Tra le auto in vendita, immancabili le Porsche 911 e 912, che hanno toccato negli ultimi anni quotazioni da brivido. E il marchio Alfa Romeo, dalle prime Giulia degli anni 50 sino alle recenti GTV degli anni '90. Passando per le varie Range Rover Defender, divenute storiche a tutti gli effetti. Tra gli stand anche i vari Maggiolini.