Altre novità sulla lunga e ardua battaglia ai cambiamenti climatici. Nell'agenda di Roma Capitale, tra i vari impegni, c'è anche quello di prevenire e provare, almeno, a contenere l'inquinamento atmosferico, tutelando così la salute dei cittadini.

Auto elettriche e colonnine di ricarica: Italia nella Top ten mondiale

Dal 1° novembre 2019 entrerà in vigore il divieto di circolazione permanente dei veicoli diesel euro 3 nella ztl anello ferroviario, ovvero quell'area che include le zone centrali e semicentrali della città. Secondo la delibera approvata, il divieto sarà in vigore dal lunedì al venerdì, tranne i festivi infrasettimanali. Oltre a questo, c'è l'idea di limitare progressivamente la circolazione dei veicoli più inquinanti, almeno all'interno delle Ztl. Le direttive dettagliate saranno definite dal Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (Pums): per questa approvazione si dovrà attendere la fine di agosto 2019. Per ovvi motivi, non sono incluse nel divieto specifiche categorie di veicoli, come per esempio quelli muniti di contrassegno per invalidi.

Los Angeles, mezzi tutti elettrificati entro il 2050

L'obiettivo del sindaco Virginia Raggi è eliminare il diesel dal centro storico entro il 2024, ed è in questo quadro che si inserisce il divieto. Tutela dei cittadini e dell'ambiente, dunque, al primo posto: con questo scopo ben preciso si spera di riuscire a incentivare l'uso dei mezzi pubblici e di forme di spostamento alternative all'auto privata, come i numerosi servizi di sharing elettrico messi a disposizione della città. Per quanto riguarda i veicoli che si occupano del trasporto merci è previsto un periodo transitorio dal primo novembre 2019 al 31 marzo 2020, in cui sarà in vigore il divieto per i diesel euro 3 dal lunedì al venerdì (esclusi i festivi infrasettimanali) dalle 7.30 alle 10.30 e dalle 16.30 alle 20.30.