Mi chiamo Martin, Aston Martin”. Direbbe la supercar se potesse parlare e imitare un noto agente 007: James Bond. L’intelligenza artificiale per ora però non serve a questo, ma la nuova DBS Superleggera OHMSS potrebbe prestarsi al ruolo perfetto di agente segreto, magari in futuro.

È l’ennesima supercar della Casa dedicata al mito di 007, James Bond, in serie limitata di 50 esemplari, come gli anni che la separano dal celebre film del 1969  “On Her Majesty Secret Service” ovvero "Agente 007 - Al servizio segreto di Sua Maestà". Anche se in quell'occasione Sean Connery nel 1969 era al volante di una DBS verde oliva. Ma proprio dal film l'Aston Martin prende la sigla della supercar OHMSS.

Livrea replicata sulla vettura, sul tetto, sui retrovisori. Il modello speciale è arricchito da inserti aerodinamici in fibra di carbonio, cerchi forgiati da 21 pollici e la griglia ha sei barre orizzontali cromate, come l'auto del lungometraggio.

Nell’abitacolo spiccano Alcantara grigia e pelle nera (anche queste omaggio al modello del 1969). Per chi vuole, a pagamento c’è il drink case, per stivare con eleganza tipica di Bond quattro flutes e due bottiglie di champagne in caso di dolce compagnia.

Dove non c’è stato nulla da cambiare è stato nel cuore. Confermato, ci mancherebbe, il fantastico V12 di 5.2 litri che eroga 725 cavalli e 900 Nm di coppia. Il prezzo di Aston Martin DBS Superleggera OHMSS è di 300.007 sterline (ça va sans dire …) poco meno di 340.000 euro nostrani.