Ottobre per scoprire Golf 8, progetto già tratteggiato dalle numerose informazioni emerse negli ultimi 12 mesi. Una gamma che andrà a comporsi con le proposte sportive GTI e R, ovviamente confermate, mentre sul progetto di una Volkswagen Golf R da 400 cavalli, i rumours vorrebbero un percorso in atto, da lanciare in una seconda fase.

Con quali carte, Golf R, andrà a sfidare le concorrenti compatte supersportive, è Jost Capito ad anticiparlo. Volkswagen R ha già messo le mani sul suv T-Roc, che avrà la precedenza nel lancio sul mercato. I 300 cavalli e 400 Nm del suv verranno scavalcati dalla nuova Golf R, attesa con motore 2 litri turbo benzina.

Non rivela il dato della potenza, a Top Gear. Rivela, invece, l’assenza di alcune soluzioni presenti sulle rivali. Non avrà le quattro ruote sterzanti di Renault Megane R.S., “non necessarie” per gli ingombri del segmento compatto.

Quattro ruote sterzanti che hanno l’obiettivo di variare virtualmente il passo dell’auto, producendo un accorciamento e maggior reattività quando le ruote posteriori girano controfase alle anteriori, viceversa offrendo maggior stabilità con un angolo di in fase con le ruote anteriori.

Golf R400, il progetto può avere un futuro

La futura Golf 8 R rinuncerà anche a modalità di guida con una ripartizione della coppia sbilanciata sull’asse posteriore, niente Drift mode di scuola Focus RS, per intenderci, sebbene sia presente lo schema quattro ruote motrici con frizione Haldex.

Sono i primi dettagli del tipo di sportività che porterà su strada la proposta sviluppata da Volkswagen R.