Un rapido esame… RX e la diagnosi è: restyling. Lexus RX 2020 si aggiorna, lo fa proponendo un frontale piuttosto diverso, per taglio dei fari e cornice della calandra a clessidra. Cambia la grafica delle luci posteriori a led, con una “elle” meglio definita.

Il rinnovamento interessa anche i paraurti, tra posteriore con una transizione migliore tra carrozzeria in tinta e applicazioni protettive, con cornici degli scarichi applicate. Davanti, invece, i fendinebbia diventano elementi orizzontali, liberando spazio al di sotto dei fari, diversi e più sfilati.

LED BLADESCAN

La novità, oltreché nel design, è nell’evoluzione del sistema di abbaglianti adattivi, sviluppati con il BladeScan Type AHS. Ciascun led è controllato dall’elettronica in abbinamento a uno specchio rotante, grazie al quale la luce si diffonde in modo più omogeneo. In cifre, vale una copertura ampliata, che permette di rilevare un pedone a 56 metri di distanza, anziché i 32 metri del sistema precedentemente in uso.

TERZA FILA SCORREVOLE

Cinque o sette posti, RX o RX L, la variante con la terza fila di sedili si concentra sull’abitabilità dei passeggeri posteriori, prevedendo una panca scorrevole (su due posizioni), così da variare la capacità di carico del bagagliaio o regalare dei centimetri in più per le gambe dei passeggeri, che beneficiano anche della diversa progettazione dei sedili della seconda fila Captain Seat: 95 mm di spazio in più offerto a chi sta dietro.

Il restyling 2020 di Lexus RX verrà introdotto in Europa dal prossimo autunno e, l’ibrido nipponico, offrirà anche altre soluzioni evolute all’interno. Come un alloggiamento dedicato allo smartphone, riprogettato, insieme al touchpad per interagire con il nuovo infotainment, quest’ultimo adesso con schermo touch. L’alternativa per gestire la multimedialità e i servizi connessi è nei comandi vocali.

COMFORT E ASSETTO PIÙ PRECISO CONVIVONO

Dal posto guida si avrà tra le mani un volante dal servosterzo diverso nella taratura, ottimizzata per restituire un comando più lineare nella risposta.

Dal volante alle sospensioni, per dire degli accorgimenti sotto forma di barre stabilizzatrici maggiorate nel diametro (+1 mm) e cave, ammortizzatori con uno smorzamento delle alte frequenze superiore (grazie a un componente in gomma, più efficace sulle asperità ad alta frequenza) e il controllo elettronico della dinamica di marcia con Active Cornering Assist. Lexus RX vedrà la stazza dei 4,89 metri di lunghezza gestita nel sottosterzo a centro curva, in accelerazione, fronte specifico sul quale opera il sistema.

Gli ADAS del Lexus Safety System+ racchiudono il cruise control adattivo con dispositivo di mantenimento della corsia Lane Tracing Assist, l’assistente al riconoscimento dei segnali stradali e un sistema di frenata d’emergenza con riconoscimento di ciclisti (di giorno) e pedoni (anche di notte).

Sebbene si tratti di un aggiornamento di metà carriera, il progetto RX ottimizza la scocca introducendo una tipologia di saldature al laser e collanti ad alta resistenza che migliorano la rigidità complessiva.