Un’estate all’insegna del divertimento e … della mobilità ecosostenibile quella che si prospetta a Rimini. Dopo il via libera, stabilito dal decreto attuativo del Ministero dei Trasporti, alla sperimentazione di nuove tipologie di microbilità urbana, l’amministrazione comunale della città romagnola si sta adoperando per attivare un sistema  di noleggio in sharing di monopattini elettrici di ultima generazione.

Il nostro approfondimento sul Nuovo Codice della Strada

Monopattini elettrici a Rimini, il servizio 

In attesa dell’approvazione di delibera comunale e bando di assegnazione del servizio, si conoscono già quelle che potrebbero essere le modalità dello sharing dei monopattini elettrici a Rimini.

Innanzitutto, come avviene già nelle città in cui è già attivo il servizio, il noleggio degli eco monopattini elettrici dovrà avvenire tramite un’applicazione fornita dall'operatore che consentirà anche le operazioni di pagamento in base alla tariffa indicata.

Monopattini elettrici su strada: a Roma arriva Lime

Ogni mezzo dovrà essere dotato di un sistema di gestione digitale che consenta un monitoraggio generale del servizio con l’opportunità ulteriore di offrire informazioni in tempo reale agli utenti. I monopattini, inoltre, avranno un limite di velocità di 15 km/h (5km/h in meno di quanto stabilito dal decreto ministeriale) nelle aree in cui è consentita la sperimentazione, e non dovranno rappresentare un intralcio alla circolazione stradale e alla sosta di altri veicoli. Infine, chi gestisce il servizio, dovrà promuovere e incentivare l’uso dei mezzi, favorendone l’utilizzo specie per l’utenza turistica.

Non solo monopattini. Il piano per la eco mobilità a Rimini prevede anche un'implementazionedel bike sharing, già disponibile la scorsa estate con copertura su tutta la città, e l’attivazione di un servizio di scooter sharing elettrico.

Le dichiarazioni dell'Assessore Frisoni 

L’assessore alla mobilità del Comune di Rimini, Claudia Frisoni , ha spiegato le novità nell’ambito della mobilità sostenibile a Rimini:

Non appena il decreto sarà efficace, la Giunta delibererà, come previsto dalle norme, in merito alle aree e modalità di sperimentazione di queste tipologie di mezzi, creando così il quadro di riferimento per il loro utilizzo.

Nel frattempo l'Amministrazione si sta accingendo a procedere con la pubblicazione di una manifestazione di interesse volta selezionare le aziende che potranno svolgere il servizio di sharing mobility in modo da essere pronti per partire subito e mettere a disposizione per l’estate circa un migliaio di monopattini in sharing per la mobilità dei riminesi e, soprattutto, dei turisti. 

L’amministrazione comunale in qualsiasi caso non erogherà nessun contributo salvo favorire il buon esito dell'iniziativa in questione, monitorandone gli sviluppi a instaurando un tavolo di confronto costante con gli operatori.