Vladimir Putin è atteso, giovedì 4 luglio, in visita ufficiale, a Roma. Il presidente russo sarà nella capitale una sola giornata. Fitto il programma di incontri. Il primo appuntamento in agenda è con Papa Francesco, a seguire summit con Mattarella e Conte. Ingenti – e non potrebbe essere altrimenti – le misure di sicurezza con limitazioni alla viabilità nel centro storico di Roma per favorire il passaggio del corteo presidenziale.

Al seguito di Putin ci sarà una scorta coordinata dagli agenti del KGB, mentre, il presidente viaggerà su una berlina supercorazzata, una Limousine Aurus Senat nera. L’auto è già arrivata a Roma e non è passata di certo inosservata, destando la curiosità di cittadini e turisti presenti nei pressi di Palazzo Chigi per le prove di accesso effettuate nel portone del palazzo presidenziale.  Prove superate grazie all’abilità dell’autista. Per guidare la Limousine di Putin serve, infatti, una certa dimestichezza con il volante. Il motivo ? Ve lo spieghiamo di seguito.

Toyota, un'auto imperiale per il nuovo sovrano del Giappone

Limousine Aurus Senat, 6 metri di lunghezza e motore ibrido

La Limousine di Putin è prodotta dal brand russo Aurus, specializzato nella realizzazione di ammiraglie di lusso per scopi di rappresentanza. Le Limousine Aurus sono sviluppate su una piattaforma creata con il NAMI (Russian Central Scientific Research Automobile) e in collaborazione con Porsche per quanto riguarda gli allestimenti.

Le dimensioni sono mastodontiche, estreme. La Limousine Aurus S700 è lunga, infatti, 6,62 metri, ragione per cui guidarla non è affatto semplice specie nelle zone di accesso con spazi di manovra limitati. La lunghezza imponente garantisce un ampio spazio nella parte posteriore della berlina dove si trovano dotazioni e optional di lusso per il presidente e i suoi ospiti come frigobar con bicchieri di cristallo, sedute reclinabili e infotainment digitale.

Kortezh, la nuova “bestia” porta Putin all’insediamento

A differenza della Cadillac One, l’auto presidenziale di Donald Trump, la Limousine Aurus ha una motorizzazione ibrida con V8 4.4 litri abbinato a un cambio automatico a 9 marce e a un powetrain elettrico che permette di sprigionare una potenza di 598cv. Al di là di queste caratteristiche essenziali, non si conoscono con precisione altri particolari sulla Limousine Aurus relativamente a prestazioni, dotazioni di sicurezza e prezzo. Sappiamo, invece, che è prodotta in serie limitata  e che il marchio russo punta a esportare questo modello di auto presidenziale anche ad altri mercati extra europei, su tutti quello cinese e mediorientale.