Il consumo di carburante è uno dei temi principali del mondo automobilistico. Cruccio e delizia di ogni auto, poco importa se sia una supercar o una utilitaria. Senza diesel, benzina, GPL e pchi più ne ha e più ne metta, non si va da nessuna parte.

Qualsiasi guidatore infatti gradirebbe spendere meno per alimentare la propria auto e godersi magari con quei risparmi una bella vacanza, visto il periodo estivo. O almeno scoprire qualche trucchetto per risparmiare benzina, portando benefici al portafoglio. CarGurus, sito di compravendita auto tra i più celebri di Internet, è venuto in soccorso degli automobilisti stilando la classifica dei 10 consigli preziosi per economizzare il carburante. Eccoli qui sotto, tutti per voi.

Partenze in auto: i controlli da fare prima di andare in vacanza 

1. CORRETTA MANUTENZIONE

È la prima mossa da compiere affinché il motore sia messo nelle migliori condizioni per lavorare. Effettuare almeno una volta all’anno una corretta manutenzione della propria auto risulta fondamentale, soprattutto per quanto riguarda i pneumatici: più essi sono gonfi, più sarà facile risparmiare sul consumo. 

2. EVITARE IL TRAFFICO

Non è cosa facile, ma incide tanto sul pieno. Rimanere imbottigliati in mezzo al traffico delle metropoli è già di per sé snervante e soprattutto, la benzina viene consumata inutilmente, in quanto il motore è sempre in funzione anche se l’auto è ferma. Un consiglio? Trovare percorsi alternativi, con strade più libere. In alternativa, partire leggermente in ritardo e provare ad evitare gli ingorghi il più possibile. 

3. PIANIFICARE IL PERCORSO

Un altro modo semplice per consumare troppo carburante è girovagare a vuoto una volta che ci si è persi durante il viaggio. Oppure mettersi in strada senza una meta precisa. Quindi, non sarebbe male pianificare il proprio percorso, in modo da non sperperare benzina in quantità eccessiva. 

4. FINESTRINI E ARIA CONDIZIONATA

Lo sapevi che più tieni accesa l’aria condizionata, più il motore consuma carburante? Quando l’afa esterna non è eccessiva, quindi, meglio ricorrere al classico finestrino abbassato e lasciare spento il climatizzatore. 

5. MINOR PESO, MENO CONSUMO

Avete presente quando aprite il bagagliaio e trovare dentro un sacco di roba inutile? Ecco, toglietela dalla vostra auto, riempitela di meno, riponete solo le cose essenziali e vedrete che con un minor peso, la macchina brucerà meno benzina. 

6. NIENTE GUIDE ESTREME

È consigliabile anche equilibrare il proprio stile di guida, concentrandosi sulla strada e gli altri mezzi. L’ideale sarebbe viaggiare a una velocità costante, ma se non ci riuscite, almeno evitate mosse controproducenti, come accelerare in prossimità di un semaforo rosso per poi frenare bruscamente. Anche il consumo ne potrà beneficiare. 

7. INSERIRE LA MARCIA CORRETTA

Ricordatevi: la marcia giusta non è la più alta, ma quella che ci consente un regolare andamento senza dover premere troppo l’acceleratore. Ergo, siate corretti nel selezionare la marcia opportuna, e il consumo ne risentirà in positivo. 

8. VIAGGIARE A VELOCITÀ RALLENTATA

È quasi scontato ricordarlo, ma CarGurus sottolinea anche come viaggiare a una velocità moderata riesca ovviamente a mantenere bassi i consumi. 

9. RIFORNIMENTO: DOVE RECARSI PER IL PIENO?

Rifornirsi di carburante in una stazione più economica è legittimo, ma se per raggiungerla si consuma di più, va da sé che il piano non ha molto senso. Quindi, può essere utile progettare un percorso apposito per rifornirsi in un distributore economico mentre si è diretti da un’altra parte. 

10. LA MODALITÀ ECO

Quest’ultimo è un trucchetto utile per le auto che posseggono tale modalità. In pratica, la Eco è un espediente che molti marchi automobilistici utilizzano per ridurre i consumi, e lo fanno soprattutto agendo sull’aria condizionata o il cruise control. Fortunato chi se lo ritrova disponibile sulla propria auto.