Più autonomia elettrica per la monovolume bavarese. BMW Serie 2 Active Tourer 225xe si aggiorna e diventa più efficiente. 

La sostanza è che la capacità della batterie della multispazio plug-in è passata da 7,7 a 10 kWh. Un aumento importante, che permette un range solo elettrico di 57 km (o 55, dipende dalle versioni) col il protocollo WLTP.

BMW Serie 2 Active Tourer, restyling all'insegna dell'efficienza

Un pieno di elettroni 

Un passo in avanti, non enorme, ma utile per i pendolari o chi fa uso limitato o costante della vettura. La capacità di circa il 25% in più corrisponde a un quarto in più di autonomia elettrica.

Le batterie si trovano sotto la seconda fila di sedili: la capacità di carico è di 400 litri rispetto ai 468 delle versioni a motore Diesel e benzina.

Migliorano anche i consumi. Con gli accumulatori carichi al 100% BMW Serie 2 Active Tourer 225xe ha bisogno di 1,9/2,1 litri per percorrere 100 km (2,1/2,3 nella precedente versione). Di conseguenza anche le emissioni di CO2 si sono abbassate a 42 g/km (da 52). La ricarica da presa domestica impiega 5 ore e 30 minuti, che scendono  a 3 ore e 15 minuti con il wallbox opzionale. 

Non cambia il powertrain che fornisce la trazione integrale elettrificata. All’anteriore c’è il 3 cilindri 1.5 litri benzina da 136 cavalli, al posteriore il motore elettrico da 88 cv. Il cambio è automatico a sei marce.