Sfidiamo chiunque dal non aver mai commesso un’infrazione per eccesso di velocità, anche se non è stata rilevata e punita con la relativa contravvenzione. Si può discutere a lungo sull’opportunità e anche sulla logica di alcuni limiti di velocità, ma rimane il fatto che vanno rispettati per legge. 

In aiuto dei guidatori c’è il fatto che i controlli di velocità, secondo una disposizione della Corte di Cassazione di marzo del 2014, devono essere preventivi e non repressivi, e meno che mai essere effettuati con lo scopo di raccogliere
gli introiti delle contravvenzioni. Questa normativa impone anche che i rilevamenti debbano essere tempestivamente segnalati a una distanza massima di 4 km dal punto dove vengono effettuati. Secondo la disposizione ci dovrebbe essere una distanza minima dal cartello di avviso di 250 metri in autostrada e sulle strade extraurbane, 150 metri su quelle urbane e 80 metri sulle altre.

Autovelox: un decreto per l'uso corretto e trasparente

Una più recente sentenza della stessa Corte di Cassazione, a maggio del 2016, ha tuttavia decretato, rifacendosi a un decreto ministeriale del 2007, che non vi è obbligo di rispettare una distanza minima di avviso della presenza dell’apparecchio di rilevazione della velocità, per cui è meglio tenere in considerazione questa insidiosa eventualità. Un’altra opportunità viene da sentenze che impongono l’utilizzo di apparecchiature omologate e non
semplicemente approvate. Per cui, prima di pagare la contravvenzione è sempre meglio rivolgersi ad esempio ai legali
delle associazioni dei consumatori per verificare la validità della contravvenzione.

Caesar, il nuovo tutor che minaccia gli automobilisti

I Tutor in autostrada

Buona parte della rete autostradale italiana è stata sottoposta a controlli della velocità tramite il sistema Sicve, detto anche Tutor, sino dal 2004. Il Tutor verifica la velocità e il tempo di passaggio fotografa ora non solo il numero di targa ma la vettura intera. I controlli del Tutor possono essere meno insidiosi di quanto si pensa, a patto di conoscerne il posizionamento fisso. Non manca nemmeno la possibilità di controlli mobili, con punti più a rischio all’uscitadelle gallerie e in corrispondenza delle aree disosta o servizio. Questi controlli e quelli fuori dalla rete autostradale sono in ogni caso a loro volta segnalati sul sito della Polizia Stradale. 

Nuovo Codice della strada: limite a 150 km/h in autostrada e problemi di sicurezza

I tratti autostradali controllati con il Tutor 

Ecco l'elenco dei tratti autostradali sottoposti a controlli sui limiti di velocità aggiornato al 20 luglio

A1 DIREZIONE NORD
San Vittore – Cassino
Cassino – Pontecorvo
Colleferro – Valmontone
Allacciamento Raccordo Roma Nord per A1 – Ponzano Romano
Magliano Sabina – Orte
Firenzuola – Badia
Reggio Emilia – Campegine
Campegine – Parma
Modena Sud Direzione Nord – Modena  Nord direzione Nord

A1 DIREZIONE SUD

Badia – Firenzuola
Allacciamento A1 per Roma Sud – Colleferro
San Vittore – Caianello
Modena Sud direzione Sud – Allacciamento A14 direzione Sud

A4 DIREZIONE OVEST
Dalmine direzione Ovest – Capriate direzione Ovest
Capriate direzione Ovest – Cavenago

A7 DIREZIONE NORD
Busalla – Ronco Scrivia
Ronco Scrivia – Isola del Cantone

A8 DIREZIONE NORD
Castellanza direzione Nord – Busto Arsizio direzione Nord

A10 DIREZIONE OVEST
Celle Ligure – Albisola

A10 DIREZIONE EST
Albisola – Celle Ligure

A13 DIREZIONE NORD
Bologna Interporto – Altedo
Altedo – Ferrara Sud

A13 DIREZIONE SUD
Ferrara Nord – Ferrara Sud
Ferrara Sud direzione Sud – Altedo

A14 DIREZIONE NORD
Forlì – Faenza
Faenza – Allacciamento Ravenna Sud
Bari Nord direzione Nord – Bitonto direzione Nord
Valle del Rubicone – Cesena

A14 DIREZIONE SUD
Faenza – Forlì
Castel San Pietro direzione sud – Imola
Cesena – Valle del Rubicone
Valle del Rubicone – Rimini

A16 DIREZIONE OVEST
Monteforte – Baiano

A16 DIREZIONE EST
Monteforte – Avellino Ovest

A26 DIREZIONE NORD
Masone – Broglio

A26 DIREZIONE SUD
Masone – Massimorosso

A30 DIREZIONE NORD
Sarno – Palma Campania

A30 DIREZIONE SUD
Allacciamento A1 per A30 – Nola
Sarno – Nocera Pagani

A5 DIREZIONE FRANCIA
Traforo Montebianco Sud – Traforo Montebianco Nord

A5 DIREZIONE ITALIA
Traforo Montebianco Nord – Traforo Montebianco Sud

A56 DIREZIONE OVEST
Camaldoli direzione Ovest – Vomerot
Fuorigrotta direzione Ovest – Agnano

A56 DIREZIONE EST
Agnano direzione Est – Fuorigrotta
Arenella direzione Est – Capodimonte.

Come localizzare i punti di controllo Tutor

Il primo consiglio è quello di visitare il sito della Polizia Stradale prima di mettersi in viaggio. I punti fissi di controllo sono segnalati direttamente dai navigatori satellitari di alcune Case automobilistiche, per chi ne può disporre. Una delle applicazioni più utili rimane Waze, disponibile per tutti i tipi di smartphone. Molto valido è anche Coyote (www.mycoyote.net), che utilizza a sua volta le segnalazioni di chi lo utilizza indicando eventuali postazioni mobili
di controllo oltre a eventuali informazioni sul traffico.