Sono passati pochi giorni da quando il CEO di McLaren, Mike Flewitt, ha annunciato la nuova supercar McLaren della gamma Ultimate Series durante una serata organizzata per i clienti della Casa inglese partecipanti al Councours di Pebble Beach. Un modello di cui ancora non si sa il nome (è stato mostrato solo un rendering): di certo è che si tratta di una roadster decappottabile a due posti e promette, stando alle parole di Flewitt, una guida a cielo aperto al massimo del piacere. “Alla McLaren Automotive, lavoriamo senza sosta per offrire ai nostri clienti un’esperienza di guida sempre più coinvolgente e che li porti ad apprezzare i limiti sia su pista che su strada. I nostri due attuali modelli della gamma Ultimate Series, la Senna e la Speedtail, offrono delle esperienze di guida ben distinte ed uniche. Questo nuovo modello che si aggiunge all’Ultimate Series, sarà una roadster decapottabile, che spingerà il piacere della guida su strada a dei nuovi livelli”.

McLaren 600LT, il tuning di Novitec

Produzione limitata e caratteristiche

Solo 399 esemplari prodotti per questo nuovo e misterioso modello che si aggiunge, quindi, ai già rappresentati della gamma Ultimate Series: P1™, Senna e Speedtail. L’ultima arrivata manterrà le dimensioni di una roadster, privilegiando l’eleganza delle linee e mettendo in mostra le porte diedrali basse. Nonostante l’idea sia quella di veder sfrecciare la decappottabile su strada, McLaren non ha voluto rinunciare al suo marchio di fabbrica: il nuovo modello, che debutterà nel 2020, sarà infatti l’auto più leggera che McLaren abbia mai realizzato grazie alla presenza della fibra di carbonio. A questo si aggiunge la variante del propulsore V8 biturbo (presente sulla Senna).

McLaren Senna, lo speed test: il video

Il prezzo

Non è ancora stato definito il prezzo, che all’incirca sarà una via di mezzo tra quello della Senna (750.000 sterline, cioè poco più di 820mila euro) e quello della Speedtail (2,1 milioni di sterline, ovvero quasi 2,3 milioni di euro).

McLaren Speedtail, l'hyper-GT da sogno