Di storie strane sulle strade se ne sentono tante. Pochi giorni fa avevamo raccontato l’impresa, in India, di un piccolo tre ruote che trasportava ben 24 persone. Questa volta, invece, ci avviciniamo a casa, in Svizzera.

Quando è stata fatta la prima multa per eccesso di velocità?

Infrange la legge e si filma

Nessun mezzo affollato, solo incoscienza e superficialità giustamente condannate dal Tribunale di Lucerna. Il soggetto in questione è un trentenne tedesco reo di aver superato due volte i limiti di velocità e, non contento, di essersi anche filmato con il cellulare.

Tutor in autostrada: ecco dove si rischiano le multe

Il fatto risale a febbraio 2018. In quell’occasione, l’automobilista era stato beccato da un radar a Gettnau, nei pressi di Lucerna, a una velocità di 147 km/h in un tratto di strada con limite a 80. La sentenza del Tribunale non dà adito a dubbi: violazione qualificata delle regole della circolazione. L’uomo quindi è stato raggiunto dalla polizia nella propria abitazione e, forse per lungimiranza, gli è stato sequestrato il cellulare. Proprio grazie alla memoria dello smartphone si sono aggiunti dettagli, come un video risalente al 2017 di un’altra bravata. Dalle indagini eseguite, infatti, è emerso che il trentenne due anni prima aveva noleggiato un’Audi RS4 per una corsa di prova. Con l’auto dei suoi sogni (stando a quanto l’uomo ha dichiarato alla polizia), il tedesco aveva superato di ben 73,5 km/h il limite di velocità di 80 km/h in una strada nella zona di Herzogenbuchsee.

Multe auto, ne prende 126 in 4 mesi e deve pagare 20mila euro

La pena

Incosciente e recidivo, dunque. Il Tribunale di Lucerna lo ha condannato a 22 mesi con la condizionale e al pagamento di una multa di 200 franchi, a cui si aggiungono le spese giudiziarie che superano i 3.700 franchi.

Nuovo tutor minaccia gli automobilisti: Caesar arriva a Roma