La configurazione interamente digitale della plancia di Porsche Taycan l’avevamo già anticipata in occasione dello specialissimo run di prova condotto da Walter Rohrl nei mesi scorsi. Adesso, gli interni si mostrano “ufficialmente”, perlomeno nell’impostazione della fascia centrale della plancia e di parte della strumentazione.

Settembre è dietro l’angolo, pochi giorni e sarà prima mondiale per l’elettrica di Stoccarda. Come fare del (Gran)Turismo immersi nel silenzio. Al sound di un motore termico che appartiene ad altre interpretazioni Porsche si passa all’integrazione completa, una prima mondiale, del servizio Apple Music nell’infotainment.

Audio premium Burmester per sfruttare il servizio di musica in streaming di Apple, gratuito per i primi 6 mesi e con la possibilità di gestione attraverso i comandi vocali del Porsche Voice Assistant.

Leggi anche: Porsche Taycan promossa da Rohrl

Playlist esclusive per i possessori di Taycan saranno il plus di Apple Music a bordo, al quale abbinare l’abbonamento dati triennale per la navigazione internet.

TUTTO DIGITALE DI STAMPO 911

L’impostazione della plancia e strettamente ispirata al minimalismo di Porsche 911 992, ulteriormente sviluppato nel pannello della strumentazione, apparentemente sospeso e staccato dalla classica palpebra. Più elementi circolari compongono il display, sul quale si intravede il selettore delle modalità di guida, con la Range verosimilmente dedicata a massimizzare l’autonomia di marcia. La regolazione della rigidità delle sospensioni e dell’altezza da terra appare tra le altre possibilità di personalizzazione dell’assetto.

Leggi anche: I numeri di Taycan, dalla Carrera alla Turbo

Lo schermo dell’infotainment va a integrarsi nella fascia centrale, a mimetizzarsi nel trattamento nero lucido applicato alla plancia.