La passione per le macchine e la guida, si sa, nasce spesso sin da bambini e la voglia di cimentarsi al volante cresce con il passare degli anni. Chi infatti non si è ritrovato almeno una volta sulle gambe del papà o della mamma per provare l’ebrezza di condurre una macchina? C’è però chi, almeno in Germania, ha provato a bruciare (e di tanto) le tappe.

Leggi anche: McLaren 720S “Ride-On”, quella per i bambini

Piloti in fasce

Un bambino di otto anni che abita con la propria famiglia a Soest, una città di circa 48 mila abitanti a est di Dortmund, ieri mattina, alle prime ore dell’alba, ha preso l’auto dei suoi genitori, una Volkswagen Golf automatica, ed è partito per un giro. Il piccolo ha imboccato l’autostrada A44, in direzione Dortmund, toccando anche picchi di velocità di 140 km/h. Le esperienze avute su go-kart e autoscontri hanno fatto sì che il fanciullo si trovasse a proprio agio all’interno della vettura.

Leggi anche: Bugatti Baby II, l'auto giocattolo da 30.000 euro

La mamma del bambino, non trovandolo, ha avvertito la polizia intorno alle 12:25 e da lì sono partite le ricerche che hanno condotto al ritrovamento circa un’ora dopo in una piazzola di sosta: il piccolo guidatore aveva acceso le luci d’emergenza, posizionato dietro la vettura parcheggiata il triangolo ed è rimasto in attesa abbastanza impaurito. Quando la polizia lo ha ritrovato, il piccolo in lacrime ha ammesso: «Volevo solo guidare un po’».
La disavventura si è conclusa senza danni ad altre auto o persone, ma solo con un grande spavento per mamma e figlio.

Leggi anche: Infrange il Codice della Strada e si filma con lo smartphone: condannato