Toyota e Suzuki hanno annunciato di aver raggiunto un accordo per uno scambio di capitale azionario, con l’obiettivo di fondare una collaborazione a lungo termine che vedrà le due multinazionali lavorare insieme in numerosi campi, compreso quello della guida autonoma.

I due Costruttori giapponesi, hanno iniziato a discutere della possibilità di una partnership il 12 ottobre 2016, per poi perfezionarne i dettagli a marzo di questo anno. Toyota e Suzuki condivideranno ricerca e sviluppo delle tecnologie peculiari dei due brand: Tokio mette in campo la sua esperienza nell’ elettrificazione, Hamamatsu la capacità industriale nella realizzazione di veicoli compatti.

L’alleanza è, in un certo senso, figlia dei cambiamenti che l’automotive sta vivendo. Bisogna far fronte alle nuove esigenze legate all’ambiente, con i vincoli sulle emissioni sempre più serrati, dunque Toyota e Suzuki hanno deciso di cooperare per continuare a crescere, in maniera sostenibile, dividendosi i costi di ricerca e sviluppo.

Nello specifico, l’accordo raggiunto prevede, da parte di Toyota, l’acquisto di 24 milioni di azioni di Suzuki (il 4,9% del capitale azionario) investendo 96 miliardi di yen. Allo stesso modo, Suzuki comprerà azioni Toyota per 48 miliardi di yen.

Le acquisizioni azionarie saranno attuate dopo che le società avranno ottenuto l'approvazione delle autorità estere garanti della concorrenza.