Arriva in questi giorni la quarta generazione della Lexus IS Hybrid, un modello che è un po’ il cavallo di battaglia del costruttore giapponese, noto marchio di lusso della Toyota, nato nel 1999 e prodotto da allora in un milione di unità nel mondo. Attualmente la Lexus IS è venduta in oltre 70 paesi nel pianeta con oltre 6.000 unità immatricolate ogni mese. Niente male per essere un prodotto premium, come tutto il brand Lexus del resto, del quale la IS copre il 20% delle vendite.

Pochi ma sapienti ritocchi alla linea esterna e all’aerodinamica hanno rinfrescato e impreziosito il look di questa bestseller jap, che si pone sempre più concretamente quale seria, anzi serissima rivale, anche con un’aria un po’ snob e distaccata, per le tre magnifiche e terribili berline concorrenti nello stesso segmento di mercato: l’Audi A4, la Mercedes Classe C e la BMW Serie 3, soprattutto in Europa, mercato sul quale la Lexus lo scorso anno ha incrementato le vendite di un netto 17% rispetto al 2015 (ma del +20% in Italia), e per il quale si pone quest’anno l’obiettivo di raggiungere le 5.500 unità.

Riconoscibile dai nuovi elementi di design che caratterizzano la calandra a clessidra, le fiancate e i fari, i nuovi cerchi in lega, nella IS m.y. 2017 è stata dedicata particolare attenzione alla dinamica di guida grazie ad un lavoro di affinamento e di alleggerimento delle sospensioni e dei bracci dello sterzo che, assieme alla tradizionale ed apprezzata trazione posteriore, rende la guida fluida, piacevole e precisa.

LO YACHT LEXUS AD ALTE PRESTAZIONI

Completo il pacchetto sicurezza, ovviamente, con il “Lexus Safety Sistem+” che raggruppa tutti i migliori sistemi esistenti per prevenire e ridurre i rischi in caso di incidenti (mantenimento della corsia e della distanza di sicurezza, ecc.), coadiuvato dal Blind Spot Monitor e dal Rear Cross Traffic Alert.

La Lexus IS in Italia viene importata soltanto in versione ibrida, dotata di un motore a benzina da 2,5 litri a ciclo Atkinson da 181 CV, ed un motore elettrico da 143, che raggiungono la potenza combinata di 223 cavalli che assicurano una velocità massima di 200 km/h e un’accelerazione dichiarata da 0 a 100 km/h in 8,3 secondi. Il cambio è elettronico a variazione continua con modalità sequenziale a sei marce attivabile e gestibile con i paddle dietro al volante. Il costruttore garantisce emissioni di 99 grammi di CO2 al chilometro ed un consumo combinato di soli 4,3 litri/100 km.

Gli allestimenti disponibili da noi sono il Business (a 41.000 euro), l’Executive (a 42.900), e le F Sport e Luxury, proposte a 51.000 euro. Chi è interessato però farà bene a sbrigarsi: infatti sino a fine marzo la versione di punta Executive verrà proposta con uno sconto di ben ottomila euro, compresa la permuta.