LECCE. Prosegue l’offensiva Renault, in questo caso con la gamma Mègane, che si arricchisce con la versione Grand Coupè, attesa come da pronostico all’inizio di questo 2017, tanto che il “porte aperte” è in programma il 25 e 26 marzo. Per erudirci ulteriormente sulla nuova arrivata è stata scelta Lecce, il suo Salento, in un misto tra arte e natura a cinque stelle.

La Grand Coupè viene definita una berlina a quattro porte, con un design da sportiva ma con l’abitabilità di una berlina del segmento D, proponendosi appunto come alternativa intermedia tra le berline due volumi di segmento C e le grandi berline. Ciò che risalta al primo contatto è il grande tetto panoramico in vetro, che unisce, in un certo qual modo, parabrezza e lunotto. Resta, come su tutte le altre Mègane a listino, la firma luminosa a "c" anteriore e posteriore, visibile giorno e notte, che conferisce indubbiamente un tocco di originalità.

Lunga 4,63 metri, si segnala per un passo record per la categoria di 2,71 metri. A livello di abitacolo si è cercato di ottimizzare lo spazio per i passeggeri posteriori grazie all’inclinazione del divano posteriore di 27°, visto che il tetto spiovente avrebbe potuto creare qualche problema. I sedili sono particolarmente avvolgenti, prestando particolare attenzione alle finiture e alla qualità dei materiali, con dei particolari in cromo satinato o il volante in pelle nappa pieno fiore, ma solo per le versioni top di gamma.

Due i livelli di equipaggiamento, Zen e Intens. Già la Zen dispone di fari Full Led Edge Light con cerchi in lega da 17’’. Il livello Intens offre in più i cerchi in lega diamantati da 18’’. A livello di infotainment, dispone di Head-up display a colori, cruscotto con schermo Tft 7 pollici a colori riconfigurabile, tablet multimediale R-Link 2 con cartografia europea a 7 pollici orizzontale o a 8,7 pollici verticale e ilMultisense, con cinque tipologie di guida.

Ampio quanto basta il bagagliaio, con una capacità di 550 litri con tutti i passeggeri a bordo, ben. 170 in più rispetto alla Megane 5 porte. Volendo c’è anche il sistema di apertura automatica del vano, tramite la rilevazione di un movimento (vedi ad esempio quello di un piede) sotto il paraurti posteriore. A livello di sicurezza attiva e passiva il cruise control adattivo con frenata di emergenza attiva, l’allarme per superamento della linea di carreggiata, l’allarme relativo alla distanza di sicurezza, il rilevatore di stanchezza, i sensori di parcheggio anteriori, posteriori e laterali. Disponibile anche l’Easy Park Assist, ovvero il parcheggio automatico.

In quanto ai motori, abbiamo provato l’Energy 1.2 TCe da 130 CV con trasmissione automatica a doppia frizione Edc a 7 rapporti, con 205 Nm di coppia da 2000 g/min. E’ una unità estremamente piacevole, adatta anche a un modello come la Grand Coupè. Dispone di iniezione diretta di benzina e di un turbo che interviene quanto basta per conferire una guida brillante con consumi medi, che, secondo la casa, sono di 18,5 km/litro. Ma non sarà certo il più gettonato.

Consigliabile, come su altri modelli Renault, anche l’Energy dCi 110 di 1.5 litri, ben noto per le sue caratteristiche, con un ottima elasticità e consumi reali piuttosto bassi, a prescindete dai 27 km/litro dichiarati dalla casa come percorrenza media. Può essere ordinato con il cambio manuale a 6 rapporti o con trasmissione automatica a doppia frizione EDC 6 rapporti.

Al top, per ora, si pone l’Energy dCi 130 di 1.6 litri, con e ben 320 Nm di coppia disponibile da 1.750 g/min e cambio manuale a 6 rapporti.Peccato che a causa dei cerchi da 18” e di un assetto un tantino rigido il confort non risulti del tutto indovinato, con reazione abbastanza brusche sui terreni sconnessi. Il prezzo della gamma Mègane Grand Coupé parte da 23.550 euro per la versione 1.5 dCi 110 CV con allestimento Zen.

RENAULT: LA GAMMA COMPLETA E I LISTINI