La Renault ha pensato alla Finlandia, alle sue strade deserte (o quasi), ai tanti tratti sterrati, per farci apprezzare le qualità del nuovo Koleos, che per la cronaca viene costruito in Corea, nello stabilimento di Busnan. Nulla a che vedere con il vecchio, decisamente poco gradito e uscito di listino poco più di un anno fa.

Ora il compito appare più riuscito e il design, secondo le intenzione dei suoi progettisti, in testa l’immarciscibile designer Laurens van de Acker, infonde una sensazione di robustezza, sia nella parte anteriore, sia in quella posteriore. Parlano da sole le dimensioni, con una lunghezza di 4,7 metri, per un insieme complessivamente massiccio. Ma sarà come sempre il mercato a stabilire i livelli di gradimento. Certo, la sfida non è facile, perché parliamo del segmento D, Premium insomma. 

La prima sorpresa lieta arriva però dall’abitacolo, davvero spazioso e confortevole, anche per cinque persone, complice un passo di 2,705 metri. Basti pensare che i passeggeri posteriore hanno a disposizione per la gambe 289 mm, uno dei valori più elevati in termini di abitabilità. In quanto al vano di carico, va da 579 a 1795 litri, e non ha bisogno di commenti. Non manca un gancio per il traino, motorizzato, che scompare in un apposito alloggio e che permette di trainare fino a 2 tonnellate.

Secondo le versioni, Koleos può essere equipaggiato con fari full Led. Anche posteriormente i gruppi ottici sono illuminati giorno e notte, dotati della tecnologia Edge Light, che assicura un effetto 3D. Disponibile in tre livelli di equipaggiamento, Zen, Intens ed Initiale Paris, Koleos partirà con un prezzo base di 31.100 euro nella versione Zen dCi 130, spinta da un turbodiesel di 1.6 litri, con cambio manuale.

Il livello Intens sarà il più venduto in Italia, con un equipaggiamento quasi completo: i sopracitati fari Full Led Pure Vision, i cerchi in lega da 18” Bitono e i Privacy Glass, l’ Easy Break, il sensore di parcheggio anteriore e Parking Camera, il sensore angolo morto e un Touchscreen da 8,7”. Volendo c’è anche la versione spinta da un 2.0 litri turbodiesel, il dCi 175 X.Tronic con un cambio a variazione continua che non ha i difetti tipici di questa trasmissione, come avviene in altri casi, quando guidando si prova il cosiddetto “effetto scooter”. Il dCi 175 X-Tronic è disponibile anche con trazione 4x4 All Mode di provenienza Nissan. In Italia non è prevista l’importazione della versione con cambio manuale.

Tra gli altri equipaggiamenti, l’assistenza alla frenata di emergenza, il Cruise Control, l’Easy Access System, Radio digitale Arkamys con 8 altoparlanti, il sistema di navigazione 3D integrato con Touchscreen da 7” (con il livello Zen)l’ R-Link2 compatibile con Android Auto e Apple Carplay e Visio System, ovvero il riconoscimento della segnaletica stradale e allarme superamento della carreggiata. Per chi ama il lusso sfrenato (ma il listino sale a 43.200 euro), c’è la versione Initial Paris, che ha in più l’impianto Bose Sound System con 12 altoparlanti, i cerchi in lega da 19”, il portellone che si apre e si chiude ponendo un piedi sotto il paraurti posteriore, i sedili conducente e passeggero riscaldabili con regolazione elettrica e ventilati, le sellerie in pelle Nappa nera.

Con una ulteriore opzione si può avere la tinta metallizzata esclusiva “Nero Ametista”. Su strada abbiamo già detto del cambio X-Tronic, valido in un mezzo come questo. Peccato che non ci sia il controllo della velocità in discesa, ma affrontare un off-road abbastanza impegnativo è comunque possibile, grazie ad un altezza dal suolo di 210 mm, con un angolo di attacco di 19° e un angolo di uscita di 26°. Secondo le condizione della strada, la versione 4x4 ha tre funzione: 2WD, Auto e Lock.

Ovviamente la più usata è “Auto”, con il sistema che gestisce la ripartizione tra l’assale anteriore a quello posteriore al 50 per cento. I consumi medi vanno dai 21,7 km/litro del dCi 130 a cambio manuale ai 16,9 km/litro per la versione dCi 175 4x4. Le prestazioni per la versione più potente sono interessanti per un mezzo pesante oltre 1700 chili: 202 km/h di velocità massima e uno 0-100 km/h in 9”3. Non è prevista una versione ibrida. E neppure motori a benzina.

RENAULT, LA GAMMA COMPLETA E IL LISTINO PREZZI