Mortefontaine (Parigi)

Dopo due anni dal lancio del nuovo modello, la Espace si aggiorna, sia presentando una motorizzazione più potente, che si affianca a quelle esistenti, sia migliorandosi a livello di dotazioni e di infotainment. Niente di meglio che le tortuose strade attorno alla pista di Mortefontaine, quella dove una volta venivano collaudate le Matra di F1 e gli sport prototipi della casa francese, per saggiare le qualità della Espace vitaminizzata, grazie ai 225 CV di un 1.8 litri sovralimentato che sostituisce il precedente 1.6 litri da 200 CV.

Migliorate decisamente le prestazioni, visto che con questa iniezione di cavalli la Espace accelera da da 0 a 100 km/h in 7”6 con un consumo medio dichiarato di 14,7 km/litro e 152 g/km a livello di emissioni di Co2. Mentre la velocità massima è di 224 km/h.

Valori interessanti, specie considerando il peso notevole della grossa monovolume transalpina, pari a oltre 1600 chili. Il motore è lo stesso che utilizza la nuova Alpine 110, anche se su quest’ultima eroga 252 CV. E’ prodotto e progettato da Renault Sport.

Tra le sue caratteristiche la doppia distribuzione variabile, l‘iniezione ad alta pressione con 8 fori per ogni iniettore, l’aspirazione sempre a geometria variabile, il doppio turbocompressore. Il bello è che si guida con estrema facilità, dimostrando che anche con una vettura come questa ci si può, ogni tanto, divertire. 

Complice il sistema 4Control, che fa sterzare in senso contrario a quelle davanti le ruote posteriori fino a 60 km/h, per poi sterzare esattamente nello stesso senso oltre questa velocità.

La Espace 1.8 Energy 1.8 TCe viene posta in vendita a partire da 39.100 euro per la versione Intense, per poi passare ai 47.100 euro della Initiale Paris, che ha davvero tutto, compreso il Multisense, con cinque differenti modalità di guida, tra le quali anche la “Sport”, anche se va detto che il rumore del motore è sin troppo invadente e che forse si poteva fare qualcosa di più a livello di materiale fonoassorbente. Esteticamente fa la sua comparsa una nuova tinta, il Titanium Grey, oltre a cerchi il lega di nuovo di disegno da 18 e 19 pollici battezzati rispettivamente Artgonaute e Black Quarz.

A livello di infotainment c’è ora un R- Link 2 compatibile con Android Auto e Apple Car Play con schermo touchscreen da 8”7. Ora anche il portaoggetti è illuminato a Led, mentre i sedili anteriori sono ventilati. Migliorati anche i rivestimenti in pelle. Sempre a livello di dotazione c’è un nuovo impianto stereo Bose con 12 altoparlanti. Non mancano il sistema di frenata attiva, il segnalatore dell’angolo morto, il Park Assist.

Configurabile fino a 7 posti, la Espace ha un bagagliaio che va da 719 a 2035 litri. La versione a benzina sul nostro mercato non andrà oltre il 5-10% delle preferenze, il resto va ai due diesel dCi 130 e dCi 160, come è logico che sia. Il quadro si ribalta in paesi come la Svizzera, l’Austria e la Germania, dove il motore a benzina può anche raggiungere il 50% delle vendite, cosa che giustifica l’inserimento di una unità brillante come il nuovo 1.8 TCe da 225 CV. In quanto alle vendite globali, tornando all’Italia, solo il 20% dei contratti è appannaggio di privati, il restante 80 % è riservato alle flotte.